Come aprire un bar nella propria città

Come aprire un bar nella propria città

Sono tantissime le persone che decidono di aprire un attività commerciale, come ad esempio quella più comune dell’apertura di un bar. In questo post vi spieghiamo passo passo i requisiti necessari per poter aprire un bar in qualsiasi città vogliate. Prima di tutto è necessario mettersi in regola con i requisiti personali e professionali,  in questi casi è consigliabile seguire i nuovi corsi SAB, HACCP e norme di sicurezza sui luoghi di lavoro e prevenzione incendi.

Ma volendo generalizzare, per una questione di praticità, indicheremo tutti i passaggi necessari per aprire un bar. Per l’apertura di un locale nel proprio comune è necessario rivolgersi agli uffici comunali di competenza come previsto dalla Legge Bersani per la liberalizzazione del commercio, introdotta nel 1998.

Ecco i punti necessari per aprire un bar:

– età maggiore di 18 anni
– obbligo scolastico assolto
– frequenza con esito positivo di corsi professionali istituiti o riconosciuti dalle regioni o dalle province, oppure i corsi di una scuola alberghiera o di altra scuola a specifico indirizzo professionale
– apertura della partita Iva
– iscrizione della propria società o ditta individuale presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio della città dove si trova l’attività
– iscrizione all’Inail per l’assicurazione sul lavoro
– iscrizione all’Inps per i versamenti dei contributi
– rispetto e presa in carico delle normative sanitarie della Asl

Naturalmente, sebbene queste sono indicazioni necessarie, è consigliabile sempre rivolgersi ad uno studio commercialista, in quanto è in grado di seguire passo passo tutto il vostro percorso lavorativo, indicando ed adempiendo a tutte le pratiche burocratiche necessarie.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO