Il trading online è una truffa?

Il trading online è una truffa?

Sul mondo del trading online e della finanza in generale c’è ancora moltissima confusione. Facendo una rapida ricerca sul web possiamo trovare 2 tipologie di opinioni: quella di chi sostiene che il trading sia una truffa e quella di chi ne parla come una vera e propria opportunità. Qual è la verità tra queste 2 posizioni così agli antipodi?

Proviamo a fare chiarezza analizzando il mondo degli investimenti finanziari in modo serio e approfondito, cercando di sviscerarne tutti gli aspetti e fare chiarezza una volta per tutte. Cominciamo subito con il dire che in questo settore è molto importante l’approccio.

Insomma come non si può pensare di diventare un medico o un ingegnere da un giorno all’altro anche per quanto riguarda il trading on line è necessario molto studio, passione e impegno. Secondo Tradingonlineguida.com, tra apprendimento e fase di test devono passare dai 6 mesi ad un anno per poter cominciare ad investire in modo davvero produttivo. Questo lasso di tempo è molto importante e ti consigliamo di tenerlo bene a mente (più avanti scoprirai il perchè).

Tra le nozioni considerate fondamentali ci sono l’analisi tecnica, l’analisi ciclica, lo studio dei vari mercati (forex, azionario, materie prime, ecc.) e il saper usare una piattaforma di trading professionale. Volendo riassumere potremmo dire che un trader, anche se alle prime armi, deve necessariamente sapere:

  • come analizzare il grafico di un titolo o di una valuta;
  • conoscere il calendario economico;
  • saper sviluppare una strategia di trading online;
  • conoscere e applicare il controllo del rischio dell’investimento;
  • conoscere i trend di mercato;

Ad oggi esistono tantissimi trader, sia in Italia che all’estero, che vivono e guadagnano con il trading online ma, ovviamente, sono molti di più quelli che gridano alla truffa. Come facciamo a capire chi ha ragione e chi no? Semplice, analizzando i dati da un punto di vista analitico.

Secondo un recente studio di settore solo il 5% degli aspiranti trader riesce a guadagnare in borsa. Oltre il 50% abbandona il percorso dopo i primi 3 mesi, e un altro 25% dopo i primi 6 mesi. Vi ricordate quello che abbiamo detto poco sopra? Per poter cominciare a fare trading in modo professionale servono almeno 6-12 mesi.

Ecco spiegato l’arcano. Per molti investire in borsa è sinonimo di soldi facili e veloci, ma in realtà le cose non sono affatto così. Certo, ci può essere sempre il classico colpo di fortuna, ma a parte quello il trading online richiede un processo di apprendimento lungo e complesso. Alcuni dei migliori trader del mondo continuano a studiare ogni giorno nonostante i risultati raggiunti.

Insomma molti gridano alla truffa perchè pensano che fare trading significhi diventare ricchi dall’oggi al domani, dimenticandosi che è più facile diventare poveri da un giorno all’altro se si investono i propri soldi in modo inappropriato.

Ovviamente con questo non vogliamo dire che in questo settore non vi siano le truffe. In passato, al contrario, le truffe nel settore del trading erano all’ordine del giorno, specialmente per colpa di finti broker che facevano aprire conti di trading alle persone per poi sparire con tutti i soldi. Oggi le cose sono molto cambiate e questa tipologia di truffe è praticamente scomparsa.

Gli organi di vigilanza effettuano dei controlli rigorosi e severi e internet offre tutti gli strumenti per poter verificare la bontà di ogni singolo operatore. Insomma oggi puoi fare trading in modo sicuro e con strumenti professionali che rendono il tutto molto più semplice. Ma, ovviamente, l’unico responsabile dei tuoi soldi sei tu. Quindi non credere a chi dice che investire in borsa sia semplice. Al contrario studia e fai esperienza sul mercato e vedrai che potrai raggiungere risultati più che soddisfacenti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO