ISEE 2015 ecco come si ottiene

ISEE 2015 ecco come si ottiene

Tutti conoscono il modello ISEE, l’indicatore della situazione economica equivalente, utilizzato dalle Amministrazioni pubbliche ed altri Enti per riconoscere il diritto ad usufruire di prestazioni sociali o assistenziali agevolate come gli assegni per la maternità, i bonus famiglia, il bonus bebé, la carta acquisti, l’erogazione di servizi sociali e tutte le agevolazioni legate allo studio, dalle tasse universitarie alle borse di studio, fino alle mense scolastiche o le agevolazioni per l’iscrizione al nido.

L’isee consente anche di accedere ai contributi per l’affitto o i bonus per il gas, l’energia elettrica bollette telefoniche o dell’acqua oltre che alle tariffe agevolate definite dai comuni per la tariffa rifiuti, la tasi i trasporti o i ticket sanitari. Però a partire dal 2015 sono cambiati diversi aspetti, volendo essere sinceri ora lo Stato vuole sapere molto di più dal contribuente in modo da attribuire all’ISEE molto più preciso. Di seguito vi spieghiamo quali sono tutti i documenti necessari per ottenere un ISEE 2015.

ISEE 2015 ecco come si ottiene:

DOVE PRESENTARE LA DICHIARAZIONE:

I cittadini interessati alle prestazioni sociali agevolate legate al reddito possono recarsi ai Caf Cisl per compilare la
dichiarazione sostitutiva unica. Questo servizio, grazie ad apposite convenzioni con gli Enti Pubblici erogatori di queste prestazioni, è completamente gratuito.

QUANDO PRESENTARE LA DICHIARAZIONE
La dichiarazione è valida per tutti i componenti del nucleo familiare fino al 15 gennaio dell’anno successivo dalla data di sottoscrizione della DSU. È comunque possibile presentare una nuova dichiarazione quando, nel periodo di validità della dichiarazione, intervengono fatti che mutano la composizione del nucleo o la situazione economica del nucleo (ad esempio, in caso di perdita del lavoro).

ELENCO DEI DOCUMENTI NECESSARI:

• Codice Fiscale e Documento d’identità del dichiarante
• Codice Fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare
• Contratto di affitto registrato (in caso di residenza in locazione)

REDDITI del secondo anno precedente la presentazione dell’ISEE (per le DSU presentate nel 2015 il reddito di riferimento è quello del 2013)
• Modello 730 e/o Modello Unico e (per i dipendenti/pensionati) Modelli CUD
• Certificazioni e/o altra documentazione attestante compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per
coniuge e figli, compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche (ivi compreso somme percepite da enti musicali, filodrammatiche e similari) etc.

PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE al 31/12 dell’anno precedente la presentazione dell’ISEE
• Documentazione attestante il valore del patrimonio mobiliare, anche se detenuto all’estero, e dati dell’operatore finanziario: depositi bancari e postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, forme assicurative di risparmio, etc…
• Giacenza media annua riferita a depositi bancari e/o postali (estratti conto trimestrali e/o mensili)
• Per lavoratori autonomi e società: patrimonio netto risultante dall’ultimo bilancio presentato ovvero somma delle rimanenze finali e dei beni ammortizzabili al netto degli ammortamenti
• Certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se detenuto all’estero (fabbricati, terreni agricoli, aree edificabili)
• Atto notarile di donazione di immobili (solo per le richieste di prestazionisociosanitarie residenziali)
• Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà.

PORTATORI DI HANDICAP
• certificazione dell’handicap (denominazione dell’ente che ha rilasciato la certificazione, numero del documento e data del rilascio) ed eventuali spese pagate per il ricovero in strutture residenziali (nell’anno precedente la presentazione della DSU) e/o per l’assistenza personale (detratte/dedotte nella dichiarazione dei redditi del secondo anno precedente a quello di presentazione della DSU).

AUTOVEICOLI E IMBARCAZIONI di proprietà alla data di presentazione della DSU
• Targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto.

isee 2015

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO