La truffa del cash trapping , ecco come funziona

La truffa del cash trapping , ecco come funziona

In tempi di crisi anche i truffatori trovano nuovi sistemi per raggirare delle povere vittime, infatti è notizia molto recente di un nuovo tipo di truffa che colpisce chi preleva denaro presso un qualsiasi sportello bancomat. La truffa in questione è stata soprannominata Cash Trapping ed è tanto semplice quanto efficacie.

Grazie ad un meccanismo automatico, inserito ad arte nello sportello bancomat, il denaro viene bloccato impedendo così l’erogazione del contante, il quale viene successivamente rubato dai truffatori una volta che la vittima decide di andarsene.

Ecco come funziona nel dettaglio della truffa Cash Trapping:

solitamente i truffatori entrano in azione nella tarda serata, quando è più difficile trovare persone che prelevano denaro contante presso uno sportello bancomat. Mentre uno dei truffatori è di vedetta, il cosi detto “palo”, e quindi controlla la zona un altro complice, facendo finta di prelevare sistema il meccanismo all’interno del bancomat, meccanismo che bloccherà la fuoriuscita del denaro.

Leggi anche:  Truffa annuncio lavoro da casa , come scoprirla e tutelarsi

La povera vittima, si reca allo sportello per prelevare una determinata somma, un azione molto comune che chiunque di noi compie quotidianamente.

Dopo aver effettuato tutte le operazioni, attende l’erogazione del contante, ma in realtà attenderà in vano, in quanto il meccanismo precedentemente sistema ha bloccato i soldi all’interno del sistema automatico.

Credendo che si tratti di un problema tecnico dello sportello automatico, il truffato va via tornando il giorno dopo per denunciare l’accaduto ai responsabili della banca, scoprendo però che  per il sistema automatizzato è tutto regolare.

Solitamente i truffatori si trovano in zona, tenendo sotto controllo la situazione, ed appena la vittima decide di rinunciare e va via, allontanandosi quindi dallo sportello automatico, i malviventi entrano in azione recuperando il meccanismo ed i soldi in esso contenuti.

Come comportarsi in una situazione di cash trapping:

prima di tutto è importante specificare che se lo sportello bancomat non eroga soldi, può capitare che si tratti realmente di un guasto tecnico, e quindi non necessariamente di un cash trapping.

Leggi anche:  Come vendere un auto online senza rischi

Qualsiasi caso sia non fatevi prendere dal panico, la prima cosa da fare è di non andare subito via, infatti vicino ogni sportello automatico è possibile reperire un numero verde o un numero di telefono in caso di problemi tecnici.

Chiamate questo numero e seguite le loro istruzioni che vi daranno, se invece la banca in quel momento è aperta entrate e fate subito presente il problema riscontrato.

Se invece mentre prelevate notate una o più persone che vi stanno osservando allora è consigliabile avvertire le autorità, le quali saranno le uniche persone autorizzate a verificare una eventuale manomissione dello sportello automatico, infatti non dovete assolutamente provare da soli a controllare la presenza o meno di qualche meccanismo installato.

Inoltre in caso di guasti tecnici dello sportello, questo andrà automaticamente fuori servizio, impedendovi nemmeno l’inserimento della carta di credito o bancomat.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO