OGM , informazioni e dettagli

OGM , informazioni e dettagli

Il termine Organismi Geneticamente Modificati non è un termine usato dalla comunità scientifica in quanto troppo generico. OGM viene correntemente utilizzato dai profani per descrivere una particolare modifica del patrimonio ereditario tramite tecniche di ingegneria genetica e solo quando questa si applica al mondo vegetale.

Gli OGM sono in realtà solo il termine usato dai mezzi di comunicazione di massa per descrivere piante in cui sono stati trasferiti uno o pochi geni per trasformare cellule o tessuti vegetali. Gli OGM vengono spesso indicati come organismi transgenici.

Ma cosa sono esattamente gli OGM?

Gli OGM sono per prima cosa un prodotto industriale. Sono sostanzialmente 4 le piante geneticamente modificate che vengono oggi coltivate al mondo e sono tutte prodotte a milioni di tonnellate.

Si tratta di soia (il 57% della soia mondiale è da OGM), mais (25%), cotone (13%) e colza (5%). Sono coltivate nei 5 continenti, in particolare nei grandi Paesi agricoli mondiali come USA, Brasile, Argentina. Le prime coltivazioni di piante transgeniche risalgono al 1994 e l’aumento di superfici coltivate è mediamente oltre il 10% all’anno.

Questo è uno dei grandi problemi della tecnologia degli OGM perché mai nella storia dell’agricoltura una tecnologia si è sviluppata tanto rapidamente, su superfici così vaste. L’arrivo di questa tecnologia ha cambiato gli equilibri dei mercati mettendo fuori gioco aziende e imprese per la produzione di macchine agricole che non sono funzionali alla nuova tecnologia. Insomma il problema è anche che gli OGM hanno avuto troppo successo ed hanno dato “fastidio”. Gli OGM sono oggi utilizzati principalmente nell’ambito dell’alimentazione, dell’agricoltura, della medicina, della ricerca, e dell’industria.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO