Penale cambio gestore telefonico , ecco la situazione

Penale cambio gestore telefonico , ecco la situazione

Questo è un argomento che si ripete da anni tra le varie pagine web della rete ed ognuno da la sua opinione in merito alla penale in caso di cambio gestore telefonico. Così abbiamo deciso di fare il punto della situazione e raccogliere tutte le informazioni utili su questo argomento, è importante precisare che la penale in caso di recesso anticipato del contratto è una pratica utilizzata sia per la telefonia fissa che mobile.

Prima del 2007 la penale del contratto telefonico era un dato di fatto, cioè si potevano pagare fino a 150 euro per un recesso anticipato e sebbene questa sia ritenuta da molti una pratica scorretta, era largamente utilizzata, ma grazie una legge sempre del 2007 queste vennero abolite. Ma ora andiamo nello specifico dell’argomento.

Penale cambio gestore telefonico , ecco la situazione:

  • ad oggi la possibilità di passare da un operatore all’altro è garantita dalla legge Bersani del 2007 che per facilitare la concorrenza nel settore della telefonia abolì le penali per la disattivazione delle linee
  • purtroppo però il disegno di legge sulla concorrenza approvato a febbraio dal Governo, prevede all’art. 16 che “nel caso di risoluzione anticipata le spese devono essere eque e proporzionate al valore del contratto”. Di fatto significa che con questa norma vengono reintrodotte le vecchie penali. Ma il ministero dello sviluppo economico smentisce.
  • la beffa è che, legge o non legge, le compagnie telefoniche fanno ugualmente come preferiscono cambiando semplicemente una dicitura da “penale” in “contributi di disattivazione” pagati direttamente in bolletta
  • attualmente recedere da un contratto telefonico o passare a un altro operatore, quindi, può costare dai 30 ai 100 euro

Il nostro consiglio in merito alla penale per cambio gestore consiste nel leggere attentamente il contratto prima di sottoscrivere qualsiasi abbonamento.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO