Pesticidi nel piatto , ecco cosa mangiamo

Pesticidi nel piatto , ecco cosa mangiamo

Per proteggere i vari campi di raccolto da malattie e da organismi dannosi, in agricoltura, si ricorre quasi sempre a sostanze chimiche, generalmente detti pesticidi. Gli organismi nocivi che si sviluppano in campi e che quindi diminuiscono le colture, si stima che sottraggono all’uomo circa l’1/4 della produzione mondiale. Gli effetti però dovuti all’uso di pesticidi sull’ambiente e sulla salute sono stati oggetto di dibattito a livello europeo. È stata inoltre stilata una lista di sostanze pericolose, presenti in alcuni antiparassitari, il cui uso è stato vietato per effetti dannosi.

Un terzo della frutta e verdura che finisce sui nostri tavoli, analizzata nel 2011, presenta tracce di residui chimici, tra quali diserbanti, insetticidi etc…,

Dati ufficiali forniti da Arpa, Asl e uffici pubblici regionali competenti dicono che:
pesticidi-piatto-2
I campioni di frutta e verdura fuorilegge sono lo 0,6% mentre quelli legali contaminati da un solo residuo chimico il 18,3% e complessivamente il 36% dei campioni di frutta e verdura analizzati presenta residui di fitofarmaci.

Vi proponiamo il dossier “Pesticidi nel piatto 2012”, il rapporto annuale di Legambiente sui residui di fitofarmaci nei prodotti ortofrutticoli e derivati commercializzati in Italia, scaricabile dal link seguente:

http://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/pesticidi_nel_piatto_2012.pdf

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO