Rimborso IMU come ottenerlo e a chi inoltrarlo

Rimborso IMU come ottenerlo e a chi inoltrarlo

L’IMU è sicuramente una delle tasse più contestate e discusse di questo ultimo periodo, si tratta della famosissima tassa sulle proprietà immobiliari, quella sulla prima, seconda e terza casa e così via.

Si tratta di una tassa composita, cioè una parte finisce nelle casse dello stato ed un’altra parte nelle casse del comune, solamente l’Imu sulla prima casa viene incamerata interamente dal Comune e, in caso di versamento in eccesso, l’istanza di rimborso va indirizzata al Comune stesso.

Il modello per richiedere il rimborso dell’IMU va scaricato direttamente dal sito del comune di competenza, se non è disponibile sul sito allora potete richiederlo direttamente allo sportello competente.

Alla domanda va allegato il modello F24 che attesta il pagamento della tassa ed un documento d’identità valido.

Importante è ricordare che nel caso in cui l’Imu pagata in eccesso sia stata versata allo Stato, la domanda di rimborso va invece presentata direttamente all’Agenzia delle Entrate.

Il termine ultimo per la presentazione dell’istanza di rimborso è di 5 anni dal pagamento della tassa. Naturalmente si consiglia di spedire la domanda per raccomandata, per posta certificata o consegnarla presso gli Uffici appositi che rilasceranno al contribuente la ricevuta.

Come ultima informazione vi diciamo che le somme in eccesso verranno restituite solo nel caso in cui ne fa espressamente richiesta il contribuente, cioè lo stato non restituirà la somma di sua spontanea volontà ma solo su richiesta.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO