Risparmiare in bolletta intestando il contatore Enel

Risparmiare in bolletta intestando il contatore Enel

Volete conoscere un piccolo sistema che vi permetterà di risparmiare da subito sulla bolletta elettrica? Bhè non molti sanno che un contatore di energia elettrica installato presso qualunque abitazione, senza un regolare intestatario paga di più rispetto alla tariffazione base. In sostanza, nel tariffario Enel, esiste una maggiorazione di circa il 30-40% in più per tutti quei contatori con intestatario senza residenza.

I costi a kilowatt rimango sempre gli stessi, ma i costi aggiunti aumentano per tutti quei contattori con intestatario senza residenza. Sebbene non è molto chiara questa politica di gestione dell’Enel, le cose stanno effettivamente così. In questo post vi spieghiamo come ottenere nel giro di pochi giorni un netto risparmio sulla bolletta.

Risparmiare in bolletta intestando il contatore Enel:

– prima di tutto dobbiamo verificare se il vostro contatore è intestato alla persona che risiede nell’abitazione, quindi prendete l’ultima bolletta e controllate il riquadro in basso a sinistra dove trovate tutti i dettagli del contratto

– se trovate la scritta “Uso domestico non residente” allora state pagando circa il 30% in più rispetto ad un contratto con residenza

– se vi trovate in questa situazione, quello che dovete fare è comunicare il certificato di residenza all’enel, ma fate attenzione perchè il certificato di residenza deve fare riferimento alla stessa persona che ha sottoscritto il contratto

– se le due persone differiscono, per poter risparmiare in bolletta, dovete comunicare il nuovo intestatario e la residenza presso quella abitazione, il tutto tramite il numero di fax dell’Enel reperibile chiamando un operatore

– nel giro di pochi giorni, verrà ufficializzato il cambio ed inizierete da subito a risparmiare in bolletta

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO