Scioglimento dei ghiacciai in Groenlandia , il punto della situazione

Scioglimento dei ghiacciai in Groenlandia , il punto della situazione

Si stima che in estate, circa la metà della superficie della calotta glaciale della Groenlandia dà segni di scioglimento. La Nasa lancia un nuovo allarme,  le rilevazioni satellitari sullo scioglimento dei ghiacci in Groenlandia nella prima metà di luglio, mostrano come ben il 97% dello strato superficiale sia stato interessato dal disgelo. Per alcuni giorni lo strato di ghiaccio che ricopre la grande isola si è sciolto a ritmi mai osservati negli ultimi trent’anni. Dalle costiere dove il ghiaccio è più sottile fino alle aree centrali, dove il ghiaccio è spesso oltre due chilometri, è stato interessato dallo scioglimento.

Gli studi rivelando che quest’anno il grado di fusione del ghiaccio in corrispondenza o in prossimità della superficie è aumentato drammaticamente e che le piattaforme di ghiaccio si stanno notevolmente assottigliando. I ricercatori non hanno ancora stabilito se questo “disastro” contribuirà all’innalzamento del livello del mare.

Questo evento ha coinciso con un picco di insolita aria calda sulla Groenlandia a partire dalla fine di maggio. Secondo la glaciologa Lora Koenig, del centro Goddard della Nasa, eventi di fusione di questo tipo si verificano circa una volta ogni 150 anni in media. L’ultimo evento è avvenuto nel 1889.

Inseriamo un video del National Geografic inerente all’articolo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO