Scoprire numeri anonimi privati. Metodo funzionante

Abbiamo già trattato diverse volte questo argomento, proponendo varie soluzioni per poter scoprire il numero anonimo privato che chiama sul nostro cellulare. Ma oggi è diventato ancora più semplice e veloce scoprire numeri anonimi privati, grazie ad una fantastica applicazione

Stiamo parlando di WoozThat, un applicazione disponibile gratuitamente sia per Android che per iPhone, la quale è in grado di dirci in pochi minuti il numero privato che ci ha telefonato.

Abbiamo testato noi stessi l’app WoozThat e possiamo dirvi che funziona perfettamente. Quando installate l’applicazione sul telefono dovrete seguire la guida iniziale ed avrete terminato. Ma vediamo nel dettaglio come funziona.

Scoprire numeri anonimi privati. Metodo funzionante:

WoozThat: l’app GRATUITA che ti permette di identificare le chiamate anonime sia per Android che per iPhone. Questo video-tutorial spiega come installare e configurare WoozThat https://youtu.be/ISoGDQNQ6zI

Per ogni chiamata anonima rifiutata entro due minuti riceverai una notifica con il numero completo di chi ti ha chiamato. Inoltre, in qualsiasi momento, potrai accedere all’elenco delle chiamate anonime ricevute. WoozThat è GRATIS e i numeri anonimi saranno completamente visibili dal primo all’ultimo! Nessun costo, né per il download né per l’utilizzo.

***NOTE***

– Per Android 6: è necessario dare il consenso all’invio di notifiche altrimenti WoozThat non può notificare il numero rilevato!

– Una volta effettuata la configurazione di WoozThat, quando ricevi una chiamata anonima devi rifiutarla con il bottone “Identifica” o il bottone “Rifiuta”.

– Entro due minuti riceverai una notifica contenente il numero di telefono della persona che ti ha chiamato con l’anonimo.

– Nella lista delle chiamate anonime rifiutate con WoozThat verranno visualizzate solo le chiamate anonime rifiutate dopo l’installazione dell’app.

– Attenzione: se chi chiama con l’anonimo chiude la telefonata prima di ricevere il segnale di occupato, la chiamata anonima (anche se rifiutata) non può essere identificata perché non viene deviata alla nostra centrale.

– Alcuni smartphone al primo avvio di WoozThat chiedono il permesso di mostrare le notifiche dell’app. Bisogna selezionare “Consenti”. Se per sbaglio selezionate “Nega” o non si clicca nulla è necessario andare nelle impostazioni del telefono relative a WoozThat e selezionare “Mostra notifiche”. Se non viene dato il consenso all’invio di notifiche WoozThat non può inviare la notifica col numero del chiamante anonimo.

– Ti consigliamo di verificare il tuo credito telefonico (sono gratuiti sia WoozThat sia inoltrare una telefonata, ma alcuni operatori richiedono che il credito telefonico non sia terminato per inoltrare una chiamata; noi suggeriamo di avere sempre almeno 1 euro).

– Ti suggeriamo di verificare la “deviazione su occupato” verso il nostro numero 0910845200 digitando *#67**11#

– Se per sbaglio hai cancellato i dati dell’app, dovresti disinstallarla completamente e reinstallarla, potrai comunque effettuare una nuova installazione utilizzando il tuo numero di telefono.

– Al momento WoozThat nei telefoni dual SIM funziona solo con una delle due SIM, ovvero quella utilizzata al momento dell’installazione dell’app. Stiamo lavorando per aggiungere il supporto della seconda SIM. Nel frattempo è possibile usare “Parallel Space” (NB: questa app non è di nostra proprietà).

– Affinché una chiamata venga identificata è necessario che sia anonima e che venga rifiutata. Se vuoi fare un test facendoti chiamare da un altro telefono devi anteporre al tuo numero #31# (da smartphone) o *67# (da rete fissa).

– WoozThat è l’app gratuita per identificare le chiamate anonime in entrata, non è stata progettata per inviare sms, effettuare telefonate o identificare numeri in chiaro.

– Non è necessario essere connessi a Internet quando si rifiuta la chiamata anonima da identificare, ma è necessario essere connessi a Internet sia per ricevere la notifica con il numero in chiaro della chiamata anonima rifiutata sia per accedere alle funzionalità dell’app stessa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO