Seo e indicizzazione , consigli e regole per i più esperti

Seo e indicizzazione , consigli e regole per i più esperti

Consigli per l’ottimizzazione delle pagine del proprio sito web. Per quanto riguarda la struttura HTML, è consigliabile:

  • – inserire i contenuti importanti all’inizio del codice HTML
  • – usare i tag HTML il più possibile attinenti alla struttura dei contenuti presentati e controllare sempre che il codice delle pagine sia formalmente valido
  • – differenziare opportunamente i titoli delle varie pagine del sito, renderli chiari e pertinenti con il contenuto della pagina, inserendo le parole chiave di maggior peso
  • – evitare di inviare informazioni incontrollate o inutili tramite tag <meta>
  • – evitare l’utilizzo di javaScript per gestire la navigazione, in quanto i crawler non interpretano gli script e quindi non monitorano questi collegamenti. Invece è consigliabile usare collegamenti standard inserendo tag <a> con l’attributo <href>. I browser di ultima generazione non hanno problemi a gestire i link contenenti sia un indirizzo in href che una chiamata a JavaScript in un gestore di evento onClick

Seo e indicizzazione:

Per quanto riguarda la gestione del server e degli URL, invece, è consigliabile:

– scegliere un URL della pagina in modo che contenga le parole chiave più importanti, ovvero che sia descrittivo e più possibile somigliante, se non identico, al titolo della pagina stessa

– evitare, quando possibile, l’invio di parametri per un’eventuale applicazione lato server tramite l’inserimento di un’interrogazione, cioè le query, nell’URL della pagina, come ad esempio “http://www.sito.it/percorso/pagina?parametri=valori”. Infatti alcuni motori di ricerca scaricheranno e indicizzeranno solo la pagina base, e quindi senza tener conto della query

– evitare l’utilizzo di redirect non HTTP con l’impiego di un tag <meta http-equiv=”refresh”>, questo perché nella maggioranza dei casi il motore di ricerca non indicizza il link inserito nel ridirect. Inoltre la loro presenza può penalizzare il ranking della pagina. E’ più consigliabile utilizzare un ridirect con una risposta HTTP di reindirizzamento.

– evitare se possibile di fornire contenuti differenziati ai crawler tentando di analizzare e riconoscerne la stringa di “User agent” o “l’IP del bot” che scansiona le nostre pagine. Questa pratica è molto dannosa che porta al rischio concreto di cancellazione e quindi di rimozione dagli indici dei motori delle pagine interne di un sito. Nel caso in cui questo non sia possibile per ragioni tecniche, come ad esempio fornire dei contenuti statici di un sito realizzato interamente in Flash, allora è preferibile la gestione client-side, mediante l’uso di cookie di sessione.

– infine è assolutamente consigliabile implementare i file robots.txt e sitemap.xml per indicare ai crawler dei motori di ricerca quali contenuti indicizzare e quali escludere dal processo di indicizzazione.

Ottimizzazione delle immagini

La ricerca di immagini è il secondo tipo di ricerca che viene effettuata sui principali motori come ad esempio Google. Per ottimizzare al meglio la ricerca di file immagine, è consigliabile utilizzare un url che descriva il contenuto dell’immagine stessa, come ad esempio “…/images/mobile_rosso.jpg” ecc, inoltre è opportuno inserire un ALT TAG di descrizione, cioè quello che appare come descrittivo dell’immagine pubblicata.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO