Sistemi di irrigazione , metodo a goccia

Sistemi di irrigazione , metodo a goccia

L’irrigazione a goccia o irrigazione localizzata o anche microirrigazione, in quanto l’acqua viene erogata attraverso erogatori denominati gocciolatori a basse pressioni, è un metodo di irrigazione che somministra lentamente acqua alle piante, sia depositando l’acqua sulla superficie del terreno contigua alla pianta o direttamente alla zona della radice.

Questo avviene attraverso un sistema a rete che comprende: valvole, condotte e vari tipi di gocciolatori. L’obiettivo è quello di minimizzare l’utilizzo dell’acqua. L’erogazione dell’acqua può essere costante o avvenire ad intermittenza, in tal caso l’irrigazione a goccia è detta a sorsi.

L’irrigazione a goccia superficiale utilizza, per distribuire l’acqua nella superficie di terreno accanto alle piante, delle ali gocciolanti, cioè dei tubi nei quali sono inseriti i gocciolatori; le ali gocciolanti possono essere rigide nel caso debbano durare più anni e pertanto destinate alle colture arboree, o flosce più comuni per le colture annuali.

Leggi anche:  Piante da Giardino , informazioni e dettagli

Il metodo a goccia costituisce oggi il metodo più utilizzato in frutticoltura, agricoltura e serre per i quali è fondamentale il risparmio idrico oltre che alla manodopera.

L’irrigazione, in agronomia, è una delle principali operazioni colturali che si prefigge differenti scopi secondo il contesto ambientale ed operativo. Nei casi più ricorrenti, questa tecnica si identifica con l’irrigazione umettante, finalizzata a incrementare l’umidità del terreno, quando gli apporti idrici naturali e le riserve immagazzinate sono insufficienti a coprire il fabbisogno delle colture.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO