Su quale mano va la fedina

Su quale mano va la fedina

La fedina viene donata dal futuro sposo alla sua fidanzata in occasione del fidanzamento, di conseguenza assume un forte valore simbolico, in quanto rappresenta il desiderio dei due fidanzati di vivere insieme e sposarsi. Nonostante, oggi come oggi, il fidanzamento ha perso un po la formalità di un tempo, l’abitudine di scambiarsi la fedina è ancora viva.

Solitamente si usa una fedina d’argento, che chiaramente non ha lo stesso peso di un vero e proprio fidanzamento ufficiale. Esattamente come la fede, anche la fedina si porta all’anulare della mano sinistra. Questo perchè la mano sinistra simboleggia il cuore in quanto anticamente si pensava che la mano sinistra fosse direttamente legata al cuore, più precisamente si credeva che dall’anulare partisse un’arteria collegata al cuore, ma naturalmente non è così.

Su quale mano va la fedina:

L’anulare della mano sinistra viene da sempre considerato il dito del cuore, e quindi destinato a portare l’anello di fidanzamento e la fede nuziale. Nella credenza popolare da lì passerebbe la vena collegata direttamente al cuore, detta “vena amoris”, quindi un anello indossato all’anulare garantirebbe un controllo diretto del cuore stesso. L’anello all’anulare sinistro sottintende che il cuore è occupato e che così vuole rimanere.

Il tutto viene accompagnato dal fatto che la sinistra è la mano dei sentimenti, dell’intuizione, dell’arte, di tutto ciò che è racchiuso nella sfera emozionale, dell’ignoto, dell’occulto, dell’istintività. Invece per quanto riguarda l’anulare, questo corrisponderebbe al Sole e sarebbe legato a stabilità, idealismo, doni artistici, senso critico e successi.

Su quale mano va la fedina

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO