Truffa acquisto online con assegno circolare, come difendersi

Truffa acquisto online con assegno circolare, come difendersi

Purtroppo i truffatori non vanno mai fuori moda e sono sempre pronti ad architettare un nuovo sistema per truffare il prossimo. In questo post vi illustriamo un tipo di truffa che sfrutta il sistema degli assegni circolari ed i tempi di verifica per accertare la copertura dell’assegno stesso. Per farvi capire come funziona la truffa dell’assegno circolare vi illustreremo un caso tipo, cioè una delle possibile situazioni in cui i truffatori cercano di mettere in atto il loro raggiro.

L’obiettivo principale di questa truffa è riuscire a sottrarre dei beni, principalmente, a negozi ed attività online, pagando tramite assegno circolare. Ma vediamo nel dettaglio come potete difendervi da questa truffa online.

Leggi anche:  Postepay Sicurezza Web , il nuovo sistema di sicurezza per le Postepay

Truffa acquisto online con assegno circolare, come difendersi:

– mettete il caso che possedete un negozio di abiti, ma naturalmente vale per altri tipi di negozi. Un giorno venite contattati o tramite email o via telefono da un potenziale acquirente

– le caratteristiche principali per capire se si tratta di una truffa è che la richiesta da parte di questo presunto acquirente, è di una gran quantità di merce, come ad esempio 100 paia di jeans o 100 t-shirt e così via. In quanto sarebbe inutile mettere in atto questa truffa per poche decine di pezzi

– l’acquirente vi farà presente che ha intenzione di pagare tramite assegno bancario, quindi il negoziante accetta ed invia la merce dopo aver ricevuto l’assegno promesso dall’acquirente

Leggi anche:  Truffa phishing eurobet, attenzione alla mail

– ma dopo una settimana circa, scoprirete che l’assegno o non è coperto oppure risulterà fasullo. Di conseguenza avrete perso tutta la merce senza la possibilità di recuperarla

Infatti il truffatore sfrutterà il tempo per la verifica dell’assegno per prendere la merce e sparire nel nulla.

Cosa fare se siete cascati in questa truffa:

– se avete già inviato la merce, ci sarà ben poco da fare se non sporgere regolare denuncia presso le autorità

– se non avete ancora inviato nulla, in quanto pensate che si tratti di una truffa, il consiglio è sempre quello di verificare prima la copertura dell’assegno e solo dopo la conferma di inviare la merce. Se l’assegno risulta scoperto è consigliabile sempre rivolgersi alle autorità

Leggi anche:  Truffa vincita lotteria nazionale tramite email, come tutelarsi

Il consiglio di base, quando si vende online, è sempre quello di verificare prima il pagamento e solo successivamente procedere con l’invio della merce acquistata, solo così siete tutelati. Se notate una certa insistenza da parte dell’acquirente nel ricevere la merce il prima possibile, questo costituisce già il primo campanello di allarme che dovrebbe mettervi in guardia.

In sostanza se notate qualcosa che non va, è sempre meglio lasciar stare la trattativa piuttosto che rischiare di perdere tempo e denaro.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO