Truffa verifica carta Postepay tramite email

Truffa verifica carta Postepay tramite email

Come capita ogni estate, purtroppo, partono le campagne di spam in cerca di qualche povero malcapitato a cui svuotare la carta postepay. Infatti in concomitanza di tutti i giorni feriali i truffatori della rete inviano migliaia di email di spam con l’intento di rubare i dati della carta postepay di tantissimi utenti internet.

La truffa è sempre la stessa, dove i truffatori inviano delle finte email da parte delle Poste Italiane, in cui illustrano svariate situazioni tutte rigorosamente false, con l’unico scopo di spingere l’utente su una pagina di Phishing del sito delle poste.

Che tipo di email inviano questi truffatori? Ecco varie ipotesi:

– verifica dei dati

– blocco della carta postepay

– concorso online

– strani movimenti sulla carta prepagata

– e qualsiasi altro buon motivo per farvi credere che sia tutto vero.

Nella realtà dei fatti alla vostra carta o al vostro conto non è successo assolutamente nulla, sono solo dei trucchetti per spingervi ad inserire i vostri dati di accesso su una fasulla pagina delle poste. Infatti credendo di fare l’accesso, la povera vittima sta esattamente inviando i propri dati ai truffatori, i quali una volta ricevuti entrano nel vostro account e trasferiscono l’intera somma da un’altra parte.

Come si può evitare questa truffa?

La risposta è molto semplice, le Poste italiane non inviano in nessun caso una mail per richiedere i vostri dati o cose simili. Tutte le email che ricevete nella vostra casella di posta sono tutte rigorosamente false.

Cosa è possibile fare se siete cascati in questa truffa?

Se vi siete accorti subito della truffa online, allora cambiate immediatamente i dati di accesso al sito ed eventualmente spostare i soldi sulla carta da un’altra parte. Se invece hanno già preso i vostri soldi, purtroppo non c’è nulla da fare se non sporgere denuncia alle forze dell’ordine.

Il vero problema è che la polizia postale non è in grado di risalire a chi ha preso i vostri soldi, finiti chissà dove, e quindi i truffatori rimangono impuniti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO