Truffe su Facebook, attenzione a chi aggiungete tra gli amici

Truffe su Facebook, attenzione a chi aggiungete tra gli amici

Se credete che Facebook sia tanto sicuro per voi e per i vostri dati, bhè allora vi state sbagliando di grosso. Infatti in base ai recenti fatti venuti a galla dopo una serie di denunce e controlli da parte delle forze dell’ordine, si è scoperto che sempre più truffatori utilizzano questo social network per trovare le loro eventuali vittime. Questo perchè attraverso Facebook è possibile ottenere delle importanti informazioni sulle abitudini di una determinata persona, oppure indirizzi, recapiti telefonici, foto e molto altro ancora sulle potenziali vittime da raggirare.

Recentemente a Roma è stata arrestata una banda di albanesi che utilizzavano due ragazze di 20 anni per adescare giovani su Facebook, chiedendo loro l’amicizia e farsi invitare nelle loro abitazioni. Da come si può capire la sicurezza su facebook è molto relativa, anche se ci sono i mezzi per nascondere determinate informazioni, non è difficile risalire alla persona che si vuole truffare.

Come difenderci dalle truffe su Facebook:

prima di tutto la pratica di aggiungere quante più persone è possibile è assolutamente tra le più sbagliate e pericolose. Non bisogna mai aggiungere persone che non si conoscono personalmente.

ricordatevi che è possibile tranquillamente chattare ed inviare messaggi con un utente, anche se questo non è fra i vostri amici, quindi potete prima conversare un po e capire se potete fidarvi. Se notate una certa insistenza nell’essere aggiunti allora potrebbe essere sospetto.

cercate di non condividere informazioni troppo personali, come ad esempio numeri di telefono, indirizzi di casa o lavoro. Chi vi conosce personalmente queste informazioni già le possiede, quindi non è necessario divulgarle pubblicamente.

impostate una privacy alta, come ad esempio il blocco delle foto e delle informazioni ai non amici.

diffidate da chi vi racconta storie assurde del tipo che vogliono assolutamente incontrarvi per parlarvi di un ” vero affare ” o storie simili.

diffidate dalle pagine o profili di beneficenza, nella maggioranza dei casi è tutto falso, e servono solo ad estorcervi denaro. Le vere associazioni di beneficenza sono facilmente riconoscibili attraverso siti e sedi ufficiali.

Naturalmente questa è solo una parte dei consigli e precauzioni da seguire, il consiglio principale è quello di diffidare sempre.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO