Annunci di lavoro truffa , come riconoscerli e difendersi

Annunci di lavoro truffa , come riconoscerli e difendersi

Tempo fa abbiamo già trattato questo tipo di argomento, cioè le truffe che si nascondono dietro gli annunci di lavoro. In questo articolo abbiamo deciso di approfondire l’argomento, in modo da fornirvi maggiori informazioni e quindi prevenire eventuali situazioni spiacevoli.

Prima di tutto è importante chiarire un punto fondamentale, cioè nonostante le tecniche di truffa possono essere diverse, lo scopo è sempre lo stesso, raggirare il malcapitato per estorcere soldi in cambio di un qualcosa che non esiste. Purtroppo questi truffatori senza scrupoli, giocando sulla vulnerabilità della persona che sta cercando lavoro, sono capaci di raccontarvi qualsiasi tipo di storia, quindi è molto importante poter riconoscere eventuali situazione di pericolo.

Di seguito vi elenchiamo delle situazioni tipiche degli annunci di lavoro truffa:

annuncio di lavoro anonimo, cioè quando troviamo un annuncio in cui non si fa riferimento a nessuna persona o ditta e quindi si presenta in forma anonima, inoltre è importante sapere che che in Italia è illegale pubblicare annunci lavorativi in forma anonima, come prevede l’art. 9 dlgs. 276/2003.

annuncio o offerta di lavoro tramite email, in questo caso si riceve una email assolutamente non richiesta, con mittente sconosciuto, con una descrizione vaga di un lavoro e contenente un link esterno o una richiesta dei vostri dati personali, nella maggioranza dei casi si tratta di truffa, più precisamente di phishing.

annuncio di lavoro vago e con poche informazioni, cioè all’interno dell’annuncio non viene spiegato che tipo di lavoro si offre, ma semplicemente un invito a contattare una persona, solo con Nome, per avere informazioni aggiuntive.

annuncio di lavoro senza informazioni, praticamente nell’annuncio non viene fornito il nome della ditta o società che offre il lavoro, in questo caso solo le agenzie per il lavoro sono autorizzate alla riservatezza dei dati, quindi informatevi se si tratta di un agenzia, in caso affermativo potete contattarli per maggiori informazioni.

annuncio di lavoro in cui non si parla di stipendio o paga, cioè non vi sono informazioni riguardanti il compenso, ma semplicemente delle informazioni generiche ed imprecise, in questi casi di solito il presunto datore di lavoro accetta di spiegare il tipo di prestazione solo di persona.

annuncio di lavoro con spese a carico del lavoratore, cioè nell’annuncio viene spiegato che per iniziare a lavorare è necessario sostenere delle spese preliminari come ad esempio l’acquisto di attrezzature, sottoscrizioni di abbonamenti, iscrizioni a dei fantomatici registri ecc…

annuncio di lavoro adatto a qualsiasi candidato, nell’annuncio non si fa nessun riferimento alle attitudini o un curriculum di lavoro del futuro impiegato, specificando magari che chiunque potrebbe essere in grado di fare quel tipo di lavoro con requisiti molto generici come ad esempio “volontà di impegnarsi”.

annuncio di lavoro da casa, cioè vi viene prospettato la possibilità di lavorare comodamente da casa con dei guadagni talmente alti da sembrare assurdi, ma guarda caso prima di cominciare il lavoro vi chiedono di sostenere le spese di un iscrizione iniziale, purtroppo questo è uno dei casi più comuni.

Questi esempi elencati rappresentano i casi più frequenti di annunci di lavoro truffa che è possibile trovare in rete, ma non solo, ne esistono molti altri, ed altrettanti ne vengono inventati ogni giorno. Quindi è molto importante anche riuscire a reperire informazioni da soli e senza affidarsi esclusivamente a ciò che ci viene indicato negli annunci. Di seguito vi elenchiamo una serie di consigli utili per reperire informazioni aggiuntive:

utilizzare Google per avere delle informazioni è un ottimo strumento, infatti è sufficiente inserire il nome della ditta oppure il nome della persona indicato nell’annuncio e premere invio per ottenere tutte le informazioni che ci servono.

come termini di ricerca utilizzate anche “nome ditta + truffa”, “nome e cognome (della persona) + truffa”, “indirizzo email (indicato nell’annuncio)”.

reperite informazioni direttamente dal sito web dell’azienda oppure chiedendo ai vostri amici e parenti.

chiedete sempre i dati di riferimento della persone con cui state parlando, come ad esempio il nome, cognome, numero di telefono ed il ruolo all’interno dell’azienda.

non abbiate paura di chiedere tutte le informazioni necessarie e se notate stranezze diffidate subito.

se vi chiedono i vostri dati personali, la ditta o l’incaricato sono obbligati a mostrarvi una copia dell’informativa sulla privacy, all’interno della quale devono essere indicati tutti i o del responsabile o della ditta.

prima di cominciare qualsiasi tipo di lavoro, dovete chiedere sempre una copia scritta del contratto, timbrata e firmata dal datore di lavoro, se fanno problemi nel rilasciarvela allora c’è qualcosa che non va.

Il nostro consiglio è di non fidarsi mai ciecamente delle informazioni che vi vengono fornite solo nell’annuncio, diffidare è sempre un ottima tecnica per evitare guai peggiori, come truffe e raggiri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here