Auto ad aria compressa, l’auto del futuro senza benzina diesel o gpl

uto ad aria compressa, l’auto del futuro senza benzina diesel o gpl

Anni fa venne annunciato un progetto che aveva come scopo quello di creare un motore, non alimentanto da benzina, diesel o gpl, ma solo ed esclusivamente ad aria compressa. Varie case produttrici sono riuscite a realizzarne un prototipo, presentandole anche a diversi saloni dell’automobile, come ad esempio l’ AirPod della MDI, che a quanto pare dopo varie certificazioni europee, si appresta ad entrare sul mercato, ecco alcune immagini:

AirpodAirpod3Airpod4

Praticamente il motore ad aria compressa è un particolare tipo di motore che sfrutta l’espansione dell’ aria, la quale viene fortemente compressa, fornendo in questo modo energia per lo spostamento del veicolo.

L’aria compressa esce da serbatoi a pressione elevata, fino a 300 bar, e l’espansione dell’aria viene quindi utilizzata per muovere un pistone o una turbina collegati ad un albero motore, dando la giusta quantità di potenza.

Un motore del genere, essendo alimentato completamente ad aria compressa, è privo quindi di qualsiasi emissione inquinante, proprio perchè non avviene alcun tipo di combustione al suo interno e deve essere rifornito solo ed esclusivamente di aria compressa.

Un prototipo molto più realista e dalle forme e caratteristiche attuali è il seguente modello, che vi proponiamo in questo video. E’ possibile vedere, anche in questo caso un motore alimentato ad aria compressa, funzionante, ma montato su di un furgone dei giorni nostri. Questo prototipo di veicolo ad aria compressa ha un autonomia di oltre 100 km con solo 0,77 centesimi di euro, e la tecnologia utilizzata è un tipo di tecnologia assolutamente attuale, applicata anche per le auto convenzionali, con una delle differenze principali che non è necessario nessun tipo di combustibile fossile, cioè benzina, diesel o gpl.

Se solo questi progetti ricevessero finanziamenti adeguati per riuscire ad entrare sul mercato, potremmo davvero ridurre in modo epocale l’inquinamento sul nostro pianeta. L’ alternativa al petrolio, come abbiamo potuto vedere, esiste, ma sembra che gli interessi di pochi prevalgono sempre sul bene collettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here