Come proteggere la propria casa con i sistemi di allarme

L’emergenza furti in casa che attanaglia il nostro Paese è costante, e la dimostrazione proviene dalle discussioni sulla legge dedicata alla legittima difesa che stanno coinvolgendo la politica in questi giorni.

Certo è che non tutti vogliono arrivare al punto di ritrovarsi faccia a faccia con un malintenzionato entrato di nascosto nel proprio appartamento: ecco perché la prevenzione si dimostra indispensabile. Quando si parla di sicurezza, fare riferimento alla prevenzione vuol dire prevedere l’acquisto e l’installazione di un impianto di allarme per la casa.

Si stima che il nostro Paese sia ai primi posti della classifica europea per numero di furti domestici (un piazzamento in graduatoria non proprio invidiabile, a dire la verità): in effetti, sono quasi due milioni le infrazioni che sono state denunciate nel giro di 10 anni, ma ad esse è necessario aggiungere tutte quelle di cui le forze dell’ordine non hanno mai avuto notizia. Lo sconforto e la rassegnazione, infatti, spingono molte persone a evitare di presentare denuncia, consapevoli del fatto che i topi d’appartamento difficilmente potranno essere scoperti. Ma non è tutto, perché anche nel caso in cui i ladri venissero individuati, le probabilità che la giustizia li privi della libertà e li conduca in carcere sono molto poche: e allora – pensa il cittadino comune – perché perdere tempo con una denuncia che tanto non darà mai i risultati auspicati?

Come prevenire le intrusioni desiderate

In un contesto così delicato, per non dire scoraggiante, per fortuna provengono buone nuove dalla tecnologia, dal momento che l’evoluzione dei sistemi di allarme fa sì che gli impianti di cui possiamo disporre al giorno d’oggi risultino avanzati e al tempo stesso efficaci. Una delle soluzioni intelligenti a cui si può fare riferimento, per esempio, è rappresentata dall’abbinamento di sensori di apertura e sistema di videosorveglianza. Una volta installati, questi sensori sono in grado di segnalare l’apertura delle finestre e delle porte da parte degli sconosciuti: questo vuol dire avere la possibilità di mettere in sicurezza e di proteggere gli accessi alla casa. Ovviamente, i sensori moderni hanno anche la capacità di riconoscere i movimenti che si possono verificare di norma in casa o in giardino e di distinguerli rispetto alle azioni dei malviventi, così da ridurre al minimo il rischio di falsi allarmi.

A chi rivolgersi per proteggere la propria abitazione

Nel momento in cui si prende la decisione di installare dei sensori di apertura nel proprio appartamento, è sempre preferibile fare affidamento su professionisti del settore, che saranno in grado di indicare i prodotti più appropriati allo scopo, ma anche di garantire una posa in opera e un funzionamento a regola d’arte. Un’altra categoria di sensori che merita di essere presa in considerazione è rappresentata dai sensori di movimento: essi consentono di rilevare in maniera istantanea la presenza di sconosciuti all’interno di un edificio. Il loro funzionamento si basa sui riscontri di mutamenti anomali sul piano del movimento volumetrico, per effetto di ultrasuoni e microonde, mentre gli infrarossi consentono di registrare e segnalare le variazioni di calore emanato dai corpi umani.

Le telecamere fisse wireless

Tra gli altri dispositivi di cui si può valutare l’installazione con l’intento di rendere la propria abitazione più sicura ci sono le telecamere fisse wireless, che offrono la possibilità di monitorare ogni locale anche a distanza, e quindi anche nel caso in cui non si sia fisicamente presenti in casa. Tutte le immagini possono essere visualizzate in tempo reale, direttamente dal tablet o dallo smartphone, e a seconda della tecnologia di riferimento si ha anche l’opportunità – in alcuni casi – di interagire direttamente con chi viene inquadrato. Con una soluzione di questo tipo, in qualsiasi istante della giornata è facile tenere sotto controllo la situazione e la sicurezza del luogo in cui si vive, anche mentre ci si trova al lavoro o magari si è in vacanza. Una rapida occhiata è più che sufficiente per essere tranquilli. Ma le telecamere fisse wireless si dimostrano utili anche per i genitori che lasciano i propri bambini in casa da soli: i piccoli possono essere tenuti sotto controllo senza difficoltà e senza che ci sia bisogno dell’ausilio di una baby sitter.

I sistemi di videosorveglianza

Sul mercato è disponibile una ricca varietà di sistemi di videosorveglianza tra cui scegliere, capaci di favorire l’identificazione di eventuali topi di appartamento che si dovessero intrufolare in un’abitazione privata. Ma, ovviamente, tali impianti possono essere utilizzati anche in altri contesti diversi da quello residenziale: per esempio per monitorare uno studio professionale, un ufficio, un bar, un negozio, e così via. Le registrazioni delle immagini che vengono riprese sono inviate sul cloud in modo tale che possano rimanere a disposizione delle forze dell’ordine in caso di necessità. Uno dei pregi delle telecamere va individuato nel fatto che per la loro installazione non c’è bisogno di provvedere a opere murarie: questo vuol dire che i lavori sono rapidi, non sporcano la casa e sono poco onerosi sul piano economico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.