Come rimuovere amministratore di condominio in carica

Come rimuovere amministratore di condominio in carica

Grazie alla nuova riforma sui condomini è diventato molto più semplice rimuovere amministratore di condominio in carina, con uno snellimento della procedura. Qualsiasi condomino può richiedere la revoca della carica di amministratore sia per giusta causa o senza giusta causa.

Nel momento in cui il rapporto di fiducia viene a mancare tra amministratore e condomino è possibile richiedere un’assemblea condominiale e discutere la rimozione dell’amministratore stesso, con successiva revoca del mandato attraverso una votazione. Naturalmente deve essere approvata dalla maggioranza dei presenti in una riunione valida.

Come rimuovere amministratore di condominio in carica:

L’amministratore rimosso dovrà consegnare tutta la documentazione relativa alla gestione al nuovo amministratore, il quale provvederà a verificare la correttezza delle informazioni e ad inviare l’estratto conto ai condomini e verificando i movimenti del conto corrente del condominio.

L’assemblea straordinaria può essere convocata dai condomini tramite richiesta scritta grazie all’art 66 del codice civile, dove si stabilisce che i condomini in numero minimo di due e rappresentanti di almeno un sesto dei millesimi, possono richiedere  di convocare un’assemblea straordinaria all’amministratore, il quale ha 10 giorni per dar seguito alla richiesta.

Se l’amministratore non risponde alla richiesta i condomini possono indire la riunione ufficiale e discutere dei punti messi all’ordine del giorno.

Inoltre l’articolo stabilisce il diritto anche di un singolo condomino di chiedere la convocazione dell’assemblea in caso di presenza di gravi irregolarità. Qualora l’assemblea riconfermi l’amministratore nonostante la cattiva gestione ogni condomino può comunque far ricorso all’autorità giudiziaria.

rimuovere amministratore condominio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here