Come scegliere il monitor lcd, ecco alcuni consigli

La scelta del monitor è un aspetto molto importante e non va sottovalutato. Impariamo a capire come si fa a scegliere un monitor adatto e quali sono le caratteristiche da tenere presente.

1. Il contrasto: più alto è tale valore del contrasto e più le immagini risulteranno nitide; un buon monitor lcd deve avere minimo un valore di contrasto pari a 300/500:1.
2. La luminosità dello schermo: indica l’intensità della luce che il monitor è in grado di riprodurre per unità di superficie. E’ un valore espresso in candele per metro quadro (cd/mq); in un buon monitor, il valore minimo della luminosità deve essere compreso tra i 250 e i 350 cd/mq.
3. Il tempo di risposta: è un parametro essenziale, uno dei più importanti, soprattutto se intendete utilizzare il vostro monitor per giocare o vedere dei film in dvd. Il tempo di risposta del monitor è calcolato in millesecondi (ms); più basso è questo valore, migliore sarà la risposta di refresh delle immagini sul monitor: Dei tempi di risposta accettabili sono dagli 8 ms in giù.

4. L’angolo di visuale: in un buon monitor lcd questo parametro indica la possibilità di visualizzare correttamente l’immagine anche spostando orizzontalmente o verticalmente l’asse del monitor di parecchi gradi; il valore di questo parametro viene ovviamente misurato in gradi. Più alto è questo valore e meglio è. Nei monitor in commercio, questo valore si aggira mediamente intorno ai 160° orizzontale / 160° verticale.

5. Risoluzione: più è alta, più sarà alta la quantità dell’immagine a video. Normalmente questo parametro si attesta intorno a 1024 x 768 pixel, ma i monitor attuali permettono di arrivare ad una risoluzione massima anche di 1600 x 1200 pixel se non oltre.

6. Gli ingressi: oltre al tradizionale ingresso Vga, è bene che il vostro monitor disponga anche di un ingresso Dvi, di tipo digitale, che vi permetterà di usufruire pienamente della vostra scheda grafica eliminando quelle piccole sbavature o imprecisioni che si possono avere con il tradizionale collegamento Vga, ultimamente per i monitor in commercio è diventata indispensabile anche la presa HDMI. Un monitor con più prese video è sinonimo di qualità.

7. E, infine, le dimensioni: in commercio vi sono monitor da 17, 19 e addirittura 20 pollici. Sebbene lo standard rimanga sempre il 17”, la differenza minima di prezzo con il 19” sta orientando le scelte dei consumatori verso questi ultimi modelli. Sempre più frequentemente troviamo in offerta anche monitor di dimensioni maggiori, anche fino a 28”, confrontate il prezzo tra monitor di varie dimensioni prima di acquistare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here