Compost , tecniche ed informazioni per il compostaggio domestico

Compost , tecniche ed informazioni per il compostaggio domestico

Per chi possiede un giardino o un orticello, provvedere a smaltire una parte dei propri rifiuti umidi grazie alla realizzazione del compost, è un idea molto intelligente. Cosa è il compost?

Il compost è un terriccio e concime naturale ottenuto per l’appunto attraverso il compostaggio. Consiste nel ricreare un semplicissimo ciclo naturale grazie al quale i rifiuti iniziano una fase di decomposizione fino a diventare del terriccio, fresco e fertile, utilizzabile nel proprio giardino.

Tecnica per realizzare il compost:

–          Prima di tutto è necessario il giusto contenitore, dove produrre il compost, e soprattutto ben aerato, quelli tipici sono o interamente in metallo forato, oppure in legno.

–          L’aerazione è fondamentale, in quanto i microrganismi che decompongono i rifiuti, hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere e quindi per attuare la decomposizione.

–          La giusta quantità tra rifiuti da cucina, da giardino e vari con l’aggiunta di acqua, per mantenere sempre umidi i rifiuti.

–          Il posto deve essere ben umido, cioè un giusto equilibrio tra sole e ombra, come ad esempio sotto una copertura rigida adeguata, oppure sotto un albero.

La produzione del compost è un procedimento che consente di inquinare meno, valorizzando i propri rifiuti, riutilizzandoli in modo intelligente e riempiendo meno le discariche, senza contare il fatto che si riduce drasticamente l’inquinamento causato del percolato.

I tempi necessari per ottenere il compost vanno dai 5 agli 8 mesi, in quanto varia in base alla quantità di rifiuti utilizzati.

Il compost pronto si riconosce sia dal colore scuro, tra il marrone e nero, sia dall’odore, che a differenza di quanto si pensa, il compost  ha un profumo di terriccio fresco.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here