Consigli prima di acquistare una casa di lusso

Immerse in parchi di proprietà di notevoli dimensioni, ubicate in contesti naturali esclusivi, dotate di dépendance, scenografiche piscine, campi da tennis o da golf: le ville di lusso sono esemplari architettonici unici. Il Bel Paese è ricco di questi gioielli e secondo chi si occupa di ville di lusso in vendita come Como Lake Luxury, il mercato è destinato a crescere di anno in anno.

Ci sono, però, alcuni consigli sa seguire prima di acquistare una casa di lusso.  Le dimensioni considerevoli che tendenzialmente accomunano questa speciale tipologia di case, se da una parte rappresentano un vanto, ma dall’altra possono essere anche un motivo di preoccupazione per i proprietari. Sia gli spazi interni che quelli esterni infatti necessitano di attenzioni superiori a quelle comuni: conservare inalterate nel tempo l’aspetto degli arredi, specie se in stile, la qualità dei rivestimenti e delle finiture, nonchè mantenere terrazze, giardini, parchi, eventuali statue o altri annessi richiede una particolare premura: affidarsi a professionisti è il modo migliore per limitare le preoccupazioni. Nel caso in cui l’immobile e/o il parco di pertinenza siano sottoposti a vincolo storico-architettonico o a vincolo paesaggistico-ambientale, gli interventi di ristrutturazione possono essere sottoposti all’assenso delle Soprintendenze o di altri organi deputati, secondo le normative vigenti nell’area in cui ricade la proprietà; in Italia, ad esempio, la conservazione dell’immobile vincolato è un obbligo di legge da assolvere anche avvalendosi di alcune agevolazioni fiscali.

Trattandosi di immobili di notevoli dimensioni, non è raro che le ville di lusso possiedano un certo numero di ambienti normalmente non compresi nell’affitto. Se il loro stato conservativo lo consente o nel caso in cui siano richiesti interventi di modesta entità, potreste prendere in considerazione l’ipotesi di riconvertire queste stanze o di destinarle a attività speciali. 

Se la proprietà si trova in una località difficilmente raggiungibile, valutate la possibilità di fornire un servizio di transfer o un autista privato a disposizione degli ospiti; tra le opzioni in voga in questo periodo segnaliamo anche le lezioni private di cucina, le degustazioni di vini con focus sulle specialità locali e le visite riservate presso musei, parchi storici o altri siti di interesse culturale, soprattutto oltre l’orario di apertura. Bisogna, poi, considerare la questione tasse. Con la riforma della tassazione dei trasferimenti immobiliari a titolo oneroso, entrata in vigore dal 1° gennaio 2014, sono cambiati importanti parametri in ordine alle agevolazioni per l’acquisto della “prima casa”.

Infatti la riforma non ha modificato solo le aliquote ed importi fissi delle imposte dovute (il 2 per cento per imposta di registro più 50 euro per ognuna delle imposte ipotecaria ed imposta catastale ed esenzione da imposta di bollo e da altri tributi minori) ma si sono modificati i presupposti occorrenti per ottenere la tassazione agevolata. In sostanza le caratteristiche che più frequentemente venivano rilevate, anche perchè le altre stabilite dal Dm del 02/08/1969 erano difficilmente individuate dagli organi accertatori poichè non risultano dalla documentazione, erano quelle relative alle dotazioni a disposizione di una abitazione (ad esempio una grande piscina).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.