La frutta che aiuta il metabolismo

Terminate le vacanze di Pasqua, inizia un nuovo incubo: la prova costume. Infatti, con le belle giornate primaverili, il pensiero inizia ad andare  verso l’estate, il mare, il sole e la linea. Abbiamo ancora un po’ di tempo per cercare di rimetterci in forma.

Come tutti sappiamo, per dimagrire, è necessario seguire una dieta equilibrata e praticare attività fisica, ma, per velocizzare la perdita di peso, possiamo abbinare a queste cose anche alimenti che accelerano il metabolismo. Quando parliamo di metabolismo, ci riferiamo alla capacità del nostro organismo di bruciare le calorie per recuperare l’energia necessaria alle funzioni vitali. Un metabolismo veloce permette di aumentare il fabbisogno quotidiano di energia e, perciò, di consumare più velocemente le calorie che abbiamo assunto con il pasto.

Stimolare ed accelerare il metabolismo ci permette, dunque, di mantenerci in forma. Sebbene, spesso, assistiamo a pubblicità di medicinali o compresse miracolose, bisogna considerare che, comunque, si tratta di sostanze trattate che possono avere effetti indesiderati sul nostro organismo. Esistono, invece, alcuni alimenti che hanno la proprietà di accelerare il metabolismo e, come già detto, di velocizzare la perdita di peso. Tutti noi, almeno una volta nella vita, ne abbiamo mangiato qualcuno senza conoscerne i reali benefici. Vediamo come arricchire la nostra alimentazione, favorendo la perdita di peso: in questo primo post, conosceremo, in particolare, i frutti particolarmente adatti in un regime dietetico.

Infatti, tutti sappiamo che la frutta fa bene ed è consigliata da tutti gli esperti del settore. Non tutti, però, sanno che, oltre alle tantissime proprietà nutritive ed antiossidanti di alcuni frutti, consumarne un’adeguata quantità può aiutarci a dimagrire più velocemente.

Gli agrumi, ad esempio, accelerano notevolmente il nostro metabolismo. Infatti, elevati livelli di vitamina C favoriscono la combustione delle calorie e tengono sotto controllo la concentrazione di insulina presente nel sangue. Fra tutti gli agrumi, il pompelmo è quello più spesso consigliati durante un regime alimentare dietetico: non solo ha la proprietà di bruciare calorie, ma, inoltre, facilita la diuresi e combatte la stitichezza, permettendoci di perdere peso velocemente e di eliminare il gonfiore. Ha un sapore molto forte, un po’ amarognolo, ma, comunque, gradevole ed è facilmente reperibile durante tutto l’anno. Si può mangiare sia a pezzi, proprio come un’arancia, che sotto forma di spremuta dissetante, da consumare come spuntino. Anche il limone è un ottimo alleato per la perdita di peso: infatti, oltre ad essere composto per il 35% da vitamina C, la sua acidità regola l’equilibrio acido-base del nostro corpo, necessario al corretto funzionamento del metabolismo. Sicuramente, ha un sapore troppo aspro per poterlo mangiare a pezzi, ma, in ogni caso, il succo presenta allo stesso modo queste proprietà. Sebbene in rete si trovano diverse diete a base di succo di limone, queste sono estremamente ipocaloriche e, quindi, sconsigliabili se non suggerite direttamente da un medico. Tuttavia, i massimi esperti suggeriscono di consumare un bicchiere di acqua tiepida e limone ogni mattina, appena svegli: infatti, sembra che il succo di limone assunto a stomaco vuoto attivi il metabolismo ed inneschino un senso di sazietà. Inoltre, con il caldo alle porte, bisogna ricordare che la limonata fresca è un ottimo dissetante.

Oltre agli agrumi, anche la mela e la pera hanno importanti proprietà dietetiche, poiché riducono i livelli di colesterolo e lipidi presenti nel sangue. Studi recenti hanno dimostrato che, se ad una dieta bilanciata abbiniamo il consumo di tre mele o tre pere al giorno, è più facile perdere peso. La mela, infatti, contiene circa il 20% fibre necessarie al nostro organismo per controllare il livello di colesterolo in circolo e l’aceto di mele ha le stesse proprietà del frutto da cui deriva. La pera, invece, aumenta il senso di sazietà, contiene molta acqua ed abbassa la concentrazione di lipidi.

Con l’inizio dell’estate, un altro frutto molto utile per perdere peso è la papaya: la papaina, il suo principio attivo, stimola la digestione, migliorandola, ed induce la combustione dei grassi, favorendo la perdita di peso. Inoltre, la papaya è ricca di vitamina C, tanto che il consumo di sola mezza papaya basta a soddisfarne il bisogno giornaliero del nostro corpo. Si può servire come antipasto o, invece, ricavarne un succo saporito ed estremamente dissetante.

In primavere ed in estate, nessuno può resistere alle fragole e contrariamente a quanto si pensi, sono un altro alleato per facilitare la perdita di peso, grazie alla loro capacità di regolare il metabolismo dei grassi. I benefici delle fragole sono tantissimi: hanno proprietà antiossidanti, ci difendono dall’Alzheimer e dal cancro e, come già detto, aiutano a perdere peso. Prima di farne una scorpacciata, bisogna lavarle con cura sotto acqua corrente e, se possibile, tenerle a bagno per almeno un’ora con il succo di limone: infatti, questi frutti assorbono facilmente i concimi e le sostanze chimiche presenti nel terreno.

Una ciliegia tira l’altra, questo è risaputo, ed anche in questo caso, è bene sapere che le ciliegie non sono un frutto ipercalorico. Anzi, riducono la concentrazione di colesterolo in circolo, aumentano la diuresi ed aiutano a combattere la stitichezza. Inoltre, regolano positivamente la funzione intestinale ed hanno notevoli proprietà benefiche sull’apparato digerente. Tuttavia, è importante consumarne una quantità ragionevole: infatti, abusarne, possono provocare mal di pancia, gonfiore e far abbassare la pressione. In più, è sconsigliabile far mangiare ciliegie ai bambini al di sotto dei due anni.

L’ananas contiene un enzima molto importante, la bromelina, che favorisce la digestione, tanto da rendere questo frutto un ottimo digestivo. Inoltre, ha proprietà diuretiche tanto da essere utilizzato per combattere la cellulite, poiché aiuta ad eliminare i liquidi. Poiché viene importato, è possibile trovare durante tutto l’anno ed una bella fettina di ananas è consigliabile per fare lo spuntino di metà mattina.

Anche il kiwi ha tantissime proprietà benefiche: grazie alle vitamine, potenzia il nostro sistema immunitario, mentre l’elevato contenuto di fibre regola il movimento intestinale e  il metabolismo. Inoltre, controlla i valori di colesterolo nel sangue. Anche il kiwi si trova tutto l’anno ed il modo migliore per gustarlo è taglialo in due, per poi mangiarlo con un cucchiaino. In realtà, anche la buccia ha tantissime proprietà nutritive e si può mangiare tranquillamente, una volta lavata bene con acqua corrente.

Studi recenti hanno dimostrato che mangiare circa tre porzioni di frutti di bosco attivano il metabolismo, bruciando calorie. Consumare questi piccoli frutti ci protegge dall’infiammazione e dalle malattie del fegato. Sicuramente, tra questi, il mirtillo presenta un’infinità di benefici: oltre, ad accelerare il metabolismo, infatti, hanno notevoli proprietà antiossidanti, che contribuiscono alla salute del collagene, permettendo, così, di rallentare l’invecchiamento e mantenere la pelle idratata. Inoltre, è stato dimostrato che bere quotidianamente succo di mirtillo migliora la nostra memoria dopo poche settimane. In più, migliorano la vista, combattono la cistite e contengono sostanze naturali che fungono da antiinfiammatori ed antidolorifici. Anche i lamponi sono molto utili per perdere peso, poiché favorisce il senso di sazietà e depura l’organismo. Inoltre, contengono un importante ormone, l’adiponectina, che stimola il consumo di grassi per produrre energia. I frutti di bosco si possono mangiare anche nello yogurt o sotto forma di succhi e frullati.

Anche l’anguria ed il melone sono ottimi alleati quando stiamo facendo la dieta, poiché sono pieni di acqua e, quindi, ci aiutano ad avvertire prima il senso di sazietà; inoltre, sono molto ricchi di potassio e questo velocizza il metabolismo. Nelle giornate molto calde, si possono mangiare insieme, anche sotto forma di centrifugato: non solo sarà estremamente dissetante, ma hanno anche un buon potere energizzante.

Negli ultimi anni, alla lista dei frutti che accelerano il metabolismo, si è aggiunta l’uva nera. Infatti, la sua buccia contiene resveratrolo, una sostanza con un elevato potere antiossidante e con la capacità di stimolare il metabolismo. Infatti, è in grado di promuovere la produzione di adiponectina, che, come abbiamo già visto, fa bruciare i grassi per produrre energia.

Infine, anche la frutta secca stimola l’attivazione del metabolismo: infatti, l’elevato contenuto di fibre riduce i livelli di colesterolo e protegge da diabete, ipercolesterolemia ed obesità. Tuttavia, nonostante queste proprietà, non bisogna dimenticare che la frutta secca è ipercalorica, quindi è importante non abusare. Per questo motivo, si consiglia di mangiarla lontano dai pasti, ma piuttosto come spuntino insieme ad un frutto fresco, senza, però, superare i 20 grammi. Tra i frutti secchi più spesso consigliati nelle diete, sicuramente, ci sono le mandorle, che sono molto ricche di calcio e studi recenti hanno dimostrato che assumere grandi quantità di calcio favorisce la perdita di peso. Inoltre, proteggono il sistema cardiaco, grazie alla capacità di abbassare i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue; abbassano la pressione sanguigna e hanno un elevato potere antiossidante. Come abbiamo già detto, non bisogna esagerare e si consiglia di mangiare circa 15 mandorle al giorno con tutta la pellicina, che, appunto, contiene le sostanze ossidanti. Le mandorle sono un ottimo spuntino o si possono grattugiare ed utilizzarle come condimento. Anche le noci sono molto ricche di fibre, proteine e potassio e sono fonte di omega-3. Inoltre, non solo aiutano a dimagrire, ma addirittura è stato dimostrato che sono un ottimo alleato per combattere gli effetti negativi dopo l’assunzione di cibo spazzatura.

Ovviamente, come abbiamo detto all’inizio di questo post, la frutta “bruciagrassi” aiuta a perdere peso quando abbinata ad una corretta alimentazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here