La truffa del finto appartamento in affitto , come funziona

La truffa del finto appartamento in affitto , come funziona

Oggi vi parliamo di una truffa molto diffusa in rete, cioè la truffa del finto appartamento in affitto, o anche rinominata da noi la truffa della chiave da spedire, tra poco capirete perché.

Quanti di noi vanno in cerca sulla rete di appartamenti da poter affittare? Ve lo diciamo noi, sono migliaia le persone che ogni giorno cercano una casa in cui andare a vivere, sia per brevi che per lunghi periodi, e tra queste migliaia di persone ce ne sono tantissime che si troveranno davanti un annuncio di affitto fasullo.

Ecco come si svolge la truffa del finto appartamento in affitto, o la truffa della chiave da spedire:

il truffatore crea ad hoc un’inserzione per una casa in affitto, la quale inserzione verrà pubblicata su tutti i siti di annunci più famosi e visitati. L’annuncio avrà queste caratteristiche:

le foto saranno di una casa lussuosa ed in ottime condizioni

il prezzo dell’affitto sarà molto ridotto sia rispetto alle caratteristiche della casa, sia rispetto agli altri annunci, questo per rendere ancora più appetibile l’annuncio

il proprietario della casa sarà sicuramente una persona che vive all’estero, come ad esempio inghilterra, francia o altri paesi sia europei che extraeuropei

Dopo aver letto queste caratteristiche, voi sicuramente penserete che la truffa è evidente, ma non è così, infatti le persone che ci cascano sono molte, ed il truffatore denota una certa professionalità nel raccontare balle.

Dopo aver pubblicato l’annuncio, il truffatore rimane in attesa di essere contattato da qualche potenziale vittima, che sicuramente non si farà attendere molto. Naturalmente le prime domande che un affittuario chiede al proprietario di casa sono:

– E’ possibile vedere la casa?

– Mi conferma l’affitto? di solito si aggira intorno ai 500-600€ al mese, i quali paragonati ad una casa di lusso, sono un vero affare.

Il truffatore risponde confermando il prezzo dell’affitto e che la casa può essere vista in qualsiasi momento, ma….. ma a questo punto parte tutta una storia verosimile con il solo intento di abbindolare la vittima, tendenzialmente il discorso è sempre lo stesso, cioè:

dice di vivere all’estero e che l’appartamento veniva utilizzato o dal figlio per studiare in italia, oppure in altri casi scrivono di essersi trasferiti da poco e quindi hanno messo in affitto l’appartamento. In tutta questa storia, il truffatore afferma di aver portato le chiavi di casa con se, cioè all’estero, e che per vedere la casa ci sono due possibili soluzioni, una è quella di andare a prendere le chiavi personalmente, oppure dice che è disposto a spedirle al nostro indirizzo di casa.

Ora vi faccio una domanda, chi di voi sarebbe disposto a mettersi in aereo per andare a prendere delle chiavi chissà dove?

Proprio nessuno, quindi la vittima chiedi di farsele spedire al proprio indirizzo, ma a questo punto il truffatore presunto chiede a titolo di garanzia una somma in denaro per spedire la chiave, solitamente chiede ben 3 mesi di anticipo, ma assicura che nel caso in cui l’appartamento non piace, è disposto a restituire la somma dopo aver ricevuto indietro la chiave, ecco perchè l’abbiamo nominata la truffa della chiave da spedire.

Diciamo che i campanelli di allarme sono tanti e che quindi la truffa comincia a spuntare fuori, ma inizia a diventare ancora più evidente quando il truffatore specifica che la somma da versare va pagata tramite Western Union, MoneyGramm o sistemi simili, cioè i pagamenti più sconsigliati per le transazioni online.

Quindi una volta spedito i soldi non vedremo nessuna chiave, tanto meno l’appartamento in questione, perchè è tutto palesemente falso, a partire dalle foto dell’annuncio, fino ad arrivare alla storia della chiave.

Come ci difendiamo da questo tipo di truffa?

Quando affittiamo una casa online ed in Italia, prima di accettare qualsiasi contratto è necessario vedere personalmente la casa, e chiunque vi chiede dei soldi prima di vederla, qualsiasi storia inventi, non è una persona corretta e quindi è da evitare. Infatti chi ha un vero interesse ad affittare una casa, sarà sicuramente disponibile ad incontrarvi, a lasciare un recapito telefonico e soprattutto non vi chiederà i soldi prima.

Secondo avvertimento è il metodo di pagamento che vi viene proposto, non accettate mai di versare soldi con metodi non tracciabili come quelli indicati sopra, utilizzate sempre metodi sicuri come bonifico e PayPal, allontanando chi vi chiede metodi alternativi, non firmate mai nulla in anticipo e non lasciate soldi in contanti, senza almeno farvi rilasciare una ricevuta.

Se invece state cercando una casa all’estero, ci sono due casi da distinguere:

per la casa vacanza, e quindi per brevi periodi, utilizzate solo siti sicuri ed affidabili, come www.booking.com oppure Homelidays, pagando sempre con metodi sicuri.

se invece avete deciso di trasferirvi all’estero, allora mettete in conto il fatto di dover viaggiare per vedere personalmente la casa prima di affittarla, senza usare scorciatoie prese dalla rete, cercando di fare un buono affare, perchè quanto più sembra interessante l’annuncio più è possibile che si nasconda l’inganno.