La truffa dell’assegno maggiorato, come evitare le truffe su internet

La truffa dell’assegno maggiorato, come evitare le truffe su internet

Ecco svelata un’altra piccola truffa su internetla truffa dell’assegno maggiorato“. Questo tipo di truffa non riguarda chi compra in rete, ma bensì chi vende infatti anche il venditore onesto rischia di cadere in eventuali raggiri.

Le potenziali vittime sono i venditori di auto usate, moto e barche per la maggioranza, che decidono di vendere tramite internet, preparando l’annuncio e lo pubblicandolo su uno dei tanti siti di vendita online accessibili a tutti, stiamo parlando anche di siti di tutto rispetto come Ebay oppure Subito.it.

Come funziona questa truffa?
Dopo giorni che l’annuncio è stato pubblicato, il venditore viene contattato da un compratore estero (inglese, russo o francese, ma si pensa che possa trattarsi anche di italiani che si fingono stranieri) interessato all’oggetto e propongono di pagare con un assegno spedito a casa del venditore. Fin qui tutto ok, il venditore riceve l’assegno e nota che la cifra riportata è maggiore di quella dell’inserzione (esempio: l’annuncio riguardava un auto del valore di 5000€ ed invece l’assegno è di 8.300€).

Nemmeno un giorno dopo il venditore viene contattato dal dall’acquirente che gli fa notare l’errore e quindi chiede di poter ricevere la differenza, nel caso dell’esempio la differenza è di ben 3.300€. Il venditore ignaro versa la differenza e scatta la truffa.
Voi vi starete chiedendo, ma prima di versare la differenza non può prima riscuotere l’assegno?

Ebbene dovete sapere che prima di poter riscotere un assegno proveniente da un conto estero i tempi sono di 2 mesi, quindi un venditore in buona fede restituisce la differenza e solo dopo 2 mesi si accorge di quanto è accaduto. Chiaro? se avete domande chiedete e pure e mi raccomando, quando le cose non vi sembrano chiare diffidate sempre.