Le novità sull’assicurazione

Il nuovo Codice delle Assicurazioni è entrato in vigore il 1° gennaio 2006. Tuttavia la procedura di indennizzo diretto non è operativa poiché deve essere disciplinata dal regolamento attuativo non ancora emanato. La novità della nuova procedura (in caso di scontro tra due veicoli immatricolati in Italia, e in caso di danni alla persona, solo nei casi di lesioni fino al 9% di invalidità permanente) è che non occorrerà la firma congiunta dei due guidatori sul Modulo Blu e il danneggiato dovrà rivolgersi alla propria Compagnia e non a quella del responsabile, per richiedere il risarcimento dei danni. Ma non sono tutte rose e fiori, poiché da più parti ci si domanda: come si fa a sapere in anticipo la percentuale delle lesioni?

RC AUTO, GOVERNO APPROVA CODICE UNICO: ABOLITE 1.000 NORME – 02.09.2005
ROMA
Il Consiglio dei ministri ha approvato il codice unico delle assicurazioni. Nel nuovo codice “sono eliminate mille norme”.

Con il nuovo codice sulle assicurazioni verrà istituito l’indennizzo diretto. Il ministro ha aggiunto che “quando si avrà un incidente cui si rivolgerà direttamente alla propria assicurazione che farà il rimborso del danno. Questo porterà ad una diminuzione del costo dell’ R.C.Auto eliminando il contenzioso”. Il risparmio potrebbe arrivare al 15%.
“Il regolamento attuativo sarà approvato entro 90 giorni”. Il ministro ha poi spiegato che, all’interno del provvedimento, ci saranno novità anche per il passeggero trasportato all’interno di un veicolo, attualmente non coperto dall’assicurazione del proprietario del veicolo. E anche nel caso di furto o vendita, dovrebbe essere introdotta la possibilità di vedersi restituita dalla società assicuratrice la parte di assicurazione residua.
QUESTI I PUNTI SALIENTI DEL NUOVO CODICE DELLE ASSICURAZIONI:

– INDENNIZZO DIRETTO – E’ la novità principale. L’introduzione del principio dell’indennizzo diretto consente all’assicurato di ottenere il risarcimento direttamente alla propria compagnia di assicurazione che opera in nome e per conto di quella delresponsabile del sinistro.

– TRASPARENZA – Il nuovo Codice prevede per le imprese di assicurazione di redarre le condizioni di contratto in modo chiaro ed esauriente, imponendo inoltre una specifica evidenza delle clausole che riportano eccezioni, nullità o limitazione delle garanzie.
– RIMBORSI – Si prevede, su richiesta dell’assicurato, il rimborso del premio per il residuo periodo di assicurazione in caso di trasferimento di proprietà del veicolo; ma anche il rimborso del rateo di premio relativo al periodo successivo al furto del veicolo.
– RAMI DANNI E VITA – Nuove disposizioni sulle regole di trasparenza anche nell’offerta di contratti di assicurazione nei rami danni e nei rami vita. Le norme prevedono una disciplina organica di correttezza nella pubblicità, nell’offerta e nell’esecuzione dei contratti assicurativi.
– AUTORIZZAZIONI E GOVERNANCE – Il nuovo Codice riduce da sei a tre mesi il termine per l’autorizzazione alle imprese per l’esercizio dell’attività assicurativa e l’eliminazione del “silezio-rifiuto”, attualmente previsto. La norma ha lo scopo di ridurre sempre di più le barriere giuridiche all’ingresso di nuove imprese per favorire lo sviluppo della concorrenza. In più introduce una nuova disciplina sulle partecipazioni al capitale delle imprese di assicurazione e sugli investimenti delle imprese di assicurazione in altre imprese.

La nuova normativa inerente le assicurazioni e in particolare quella dell’assicurazione dell’automobile, incentiva la concorrenza e dunque il consumatore é bene che superi il tradizionale rapporto che lo lega al suo assicuratore, per ricercare il prodotto più conveniente e più adatto alle proprie esigenze. Ovviamente tale valutazione deve essere fatta confrontando più preventivi con pari condizioni di massimale, franchigia e esclusioni. A tale scopo la Legge 273/2002 dispone che vengono resi noti premi e condizioni contrattuali sia all’interno dei punti vendita che mediante siti Internet. Inoltre, nei contratti assicurativi con tacito rinnovo, che sono la grande maggioranza, le Compagnie assicurative devono fornire comunicazione dell’aumento del premio in base alle modalità disciplinate dalle condizioni di contratto. Per i contratti che prevedono l’obbligo della comunicazione al domicilio dell’assicurato, la Compagnia deve inviare una comunicazione scritta entro il termine previsto dal contratto con l’indicazione precisa della variazione del premio. In mancanza di tale comunicazione o nel caso in cui questa sia pervenuta tardivamente, la Circolare ISVAP n. 235 del Gennaio 1995, stabilisce che il contratto in corso debba essere rinnovato al precedente premio di tariffa. Così, in caso di aumenti di premio superiori al tasso programmato d’inflazione (circa 1%- 2%), l’assicurato ha la possibilità di inviare disdetta, mediante raccomandata o telefax, fino al giorno prima della scadenza contrattuale. Nel caso in cui le condizioni contrattuali prevedano, come modalità di comunicazione dell’adeguamento del premio, la semplice affissione in Agenzia, il contratto consente all’assicurato di esercitare la disdetta anche nei quindici giorni successivi alla scadenza e la garanzia cesserà di avere effetto alle ore 24 del giorno della comunicazione. Da notare che in caso di disdetta la garanzia assicurativa non opera nel periodo successivo (quindici giorni) alla scadenza del contratto.

Circa 15 giorni prima della scadenza della nostra assicurazione auto, dovremmo aver ricevuto la lettera di avviso da parte della compagnia assicuratrice, quindi controllare il prezzo (se non è scritto mettersi in contatto con la compagnia di assicurazione e richiederlo). Se non abbiamo avuto sinistri e il prezzo è aumentato più del 3%, possiamo tranquillamente attivarci per vedere di risparmiare. E quando diciamo risparmiare sulla polizza di assicurazione RCA, ovvero sulla polizza delle automobili, significa confrontare circa una decina di preventivi che possono variare tra loro di alcune centinaia di euro. Se dunque ti proponi di risparmiare sulla tua polizza circa 700,00 Euro, devi sapere che potrebbe essere possibile.

RC Auto – Indennizzo diretto.

Lunedì, 15 Gennaio 2007.

L’ANIA – l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici– afferma che l’introduzione dell’indennizzo diretto in materia di polizze di responsabilità civile per l’auto non comporterà delle riduzioni automatiche delle tariffe.

L’ANIA vuole attendere almeno un anno prima di verificare come evolverà la situazione dei costi legati ai sinistri, mentre il Movimento Consumatori, fa presente che “controllerà l’evolversi della situazione per verificare che la nuova procedura porti ai risultati sperati: riduzione dei premi assicurativi a vantaggio dei consumatori”.

Comunque secondo l’Associazione un nulla di fatto in materia di riduzione delle tariffe nei prossimi mesi dovrebbe far pensare ad un ritorno alla regolamentazione precedente in materia di RC Auto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here