Quali sono le componenti migliori per l’assemblaggio di un pc gaming fisso? Per trovare una risposta a questa domanda ci siamo rivolti al team di OSgaming.it, che ci ha aiutato a fare un po’ di chiarezza.

Iniziamo dai pc gaming più economici, quelli che vengono definiti di fascia entry level.

In questo caso serve solo il minimo indispensabile per cominciare a giocare, sapendo che con un dispositivo del genere non sempre si avrà la possibilità di giocare a una risoluzione 1080p: insomma, a volte ci sarà bisogno di passare a 720p, e questo comporterà dei cambiamenti dal punto di vista delle impostazioni e degli effetti. Con un pc gaming economico conviene scegliere componenti poco costose, sufficienti per giocare con DOTA 2 o Fortnite, giusto per menzionare due esempi di giochi leggeri. Ma ci si potrà divertire anche con produzioni indie caratterizzate da grafica 2D o con videogiochi di tipo gestionale. Il consiglio è di impostare non oltre il Medio, meglio ancora se Basso, fermo restando che alcuni giochi 3D, essendo leggeri, permetteranno comunque di giocare a 1080p.

Cominciamo a fare una breve lista della spesa, allora.

Per ciò che concerne lo spazio di archiviazione, il consiglio è quello di mettere da parte gli hard disk meccanici e di preferire, invece, gli SSD; se l’obiettivo è quello di risparmiare, comunque, conviene non andare oltre i 500 giga di spazio, una quantità che si può ritenere più che sufficiente per l’installazione di un buon numero di videogiochi. Occorre tener presente, ad ogni modo, che lo spazio in questione deve essere condiviso con Windows, che trarrà grande vantaggio dalla velocità più elevata. L’ideale sarebbe, avendone la possibilità, implementare un disco rigido classico da sfruttare sia per i titoli meno esigenti che, in generale, per l’archiviazione dei dati.

E per la CPU su che cosa conviene puntare?

Noi di OSGaming.it consigliamo di montare almeno una Ryzen 3 3200 G, è una soluzione più che soddisfacente per una APU AMD con grafica integrata, anche se assicura prestazioni un po’ peggiori rispetto a quelle che si potrebbero ottenere con una scheda video dedicata. Usando impostazioni medie o basse sarà possibile fare girare numerosi giochi. Per esempio, Fortnite gira senza problemi a risoluzione 720 p a 60 fps, mentre se si decide di passare a 1080p occorre abbassare le impostazioni grafiche o al massimo scendere a 30 fps. Ovviamente è possibile decidere di montare in qualunque istante una scheda video dedicata, optando per la configurazione a fascia bassa. Una Ram da 8 giga è più che buona, infine.

Per quanto riguarda il monitor e le periferiche, invece, come e quanto si spende?

Una tastiera e un mouse non dovrebbero richiedere una spesa superiore ai 25 euro, mentre a proposito del monitor conviene orientarsi verso un modello da 24 pollici, che si può considerare una dimensione perfetta per gli FPS.

Se invece fossimo disposti a spendere un po’ di più per il pc gaming, come ci dovremmo comportare?

Se ci si orienta verso pc gaming assemblati su misura è lecito aspettarsi che il dispositivo riesca a gestire la risoluzione 1080p senza problemi. Insomma, si deve poter giocare in Full HD, ricordando che con i 60 fps sarà possibile usare unicamente in maniera parziale i filtri e gli effetti grafici. È chiaro che un ruolo determinante è svolto dal motore grafico, al di là del fatto che molto dipende dalle caratteristiche del singolo gioco. Texture, ombre e shader dovrebbero essere lasciati a valori intermedi, mentre occlusione ambientale e anti aliasing dovrebbero essere rimossi perché risultano piuttosto pesanti.

Che cosa si deve comprare per un pc di questo tipo e di questa fascia di prezzo?

Una Ram da 16 giga è l’ideale, perché consente di usare qualsiasi videogioco. Una SSD da 2.5 pollici, invece, è l’unità di archiviazione che suggeriamo: consente di accogliere il sistema operativo, alcune triple A e diversi videogiochi indipendenti. Nel caso in cui si abbia la possibilità di spendere un po’ di più si può integrare un disco rigido meccanico, avendo cura di appurare che i videogame più pesanti e il sistema operativo rimangano comunque su SSD. Di certo, due aspetti su cui non si dovrebbe risparmiare sono l’alimentatore e la scheda madre. Per il primo, è bene non rinunciare a un modello di Thermaltake da 700 E munito di led RGB.

 E se si fosse disponibili a comprare un pc gaming di fascia media?

Questa con tutta probabilità è la soluzione migliore quando si è alla ricerca del giusto compromesso tra il desiderio di prestazioni elevate e la necessità di risparmiare. Con un computer di questo tipo si ottengono performance vicine a quella di una Xbox One X e migliori di quelle di una PlayStation 4 Pro. Entrando più nel dettaglio, l’aggiunta di un SSD è indispensabile per aumentare le prestazioni al di là di ciò che un hard disk è in grado di offrire: proprio l’SSD dovrà accogliere i giochi che si ha in mente di usare più di frequente e il sistema operativo. I titoli 2D, invece, possono essere lasciati su disco rigido. Per quanto riguarda il processore, vale la pena di orientarsi verso un Intel Core i5 9400F privo di chipset grafico integrato. Per la Ram, infine, conviene adottare un modulo doppio da 8 giga per un totale di 16 giga, grazie a cui si può giocare in Full HD ma non ci sono problemi di gestione neppure con il 4K.

OSGaming.it è il primo sito e-commerce del mondo dei videogiochi pensato da gamers e destinato ad altri gamers. I fondatori sono Radja91 e Hunter, due ragazzi che vivono per il gaming e che hanno mosso i primi passi in questo mondo avendo a disposizione budget davvero piccoli. Questo è il motivo per il quale tutti i prodotti in vendita su OSGaming hanno prezzi ridotti: per consentire a chiunque di poterne usufruire. Il catalogo comprende un vasto assortimento di periferiche e ogni altra soluzione necessaria per divertirsi con Fortnite, con i gameplay sportivi e con tutti gli altri titoli del settore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.