La ribalta dei contenuti video sul web non sembra conoscere più confini. Anche perché sono sempre più popolari le piattaforme dedicate a questa forma espressiva, prima tra tutte TikTok. Si tratta del social network del momento, che permette di creare dei divertenti video con la sincronizzazione labiale.

Si può cantare oppure si possono realizzare brevi sketch comici, ma non solo. Inizialmente a conoscere questo canale e a utilizzarlo erano soprattutto i più giovani – la ‘generazione Z’ degli under 25 – ma con il passare del tempo sono sbarcati sulla piattaforma anche tanti adulti.

La loro iscrizione è stata guidata non solo da una certa dose di curiosità ma anche dal fatto che molti vip, influencer e personaggi pubblici si sono uniti al club. Tramite la app si realizzano video di circa 15 secondi, che il più delle volte si offrono di rispondere alla ‘challenge’ del momento.

Se su Facebook spesso infuriano le polemiche e su Instagram si fa un abuso dei filtri per mettersi in mostra, ecco che TikTok si propone come un canale per offrire brevi ritagli di svago puro. L’aspetto del ‘semplice’ video divertente è molto apprezzato, ma la piattaforma offre anche strumenti interessanti per effettuare visual storytelling.

L’importante è avere sempre una nutrita schiera di seguaci e, per accorciare i tempi necessari a raggiungere un ampio pubblico, si potrà fare un approfondimento sul migliore sito per acquistare followers. Anche le aziende possono sfruttare TikTok per le loro campagne digitali, a supporto del business. Affidarsi a un’agenzia come Swj Web Marketing, che da anni offre servizi efficaci proprio nel campo del social marketing, sarà l’ideale per impostare un progetto sfruttando anche le potenzialità di TikTok, analizzando compiutamente il target da raggiungere.

Il linguaggio video, tra visual storytelling e content marketing

La piattaforma di TikTok si presenta come un editor video in miniatura, che si utilizza per mettere a segno una ‘post produzione’ di tipo embrionale ma ad alto tasso creativo. L’azienda che decide di sbarcare su TikTok, comprende che il proprio target passa lì il suo tempo e che, dunque, è il ‘luogo’ giusto dove intercettarne la curiosità. Una strategia comunicativa che, ovviamente, si trova anche a fare i conti con il particolare linguaggio del social stesso: fatto di video, musica e leggerezza (ma anche tanta spontaneità). Il canale del content marketing può essere sfruttato al meglio nelle strategie di digital marketing che passano per TikTok. Basta evitare di appesantire i contenuti o andare fuori contesto. Cresce sempre di più il numero di aziende che scelgono di mettere in pratica qui le loro strategie comunicative.

I contenuti possono anche essere lanciati da particolari challenge, così come essere conditi da divertenti filtri personalizzati ai quali gli utenti possono poi accedere. Ma anche gli ormai famosi influencer – che qui sono chiamati ‘tiktokers’ – possono rivestire una grande importanza nel passaparola virtuale: sono infatti in aumento e sempre più spesso vengono coinvolti per veicolare idee e prodotti. Gli account sono tutti pubblici, per cui anche i non iscritti possono visualizzare i diversi contenuti degli utenti. Solo i followers approvati sono però abilitati all’invio di messaggi in privato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.