Perchè ogni 4 settimane? Paghi un mese in più

A partire da settembre 2016 tutte le compagnie telefoniche sia fisse che mobili, hanno modificato la fatturazione delle bollette o dei costi mensili, passando alla fatturazione ogni 4 settimane.

Che cosa significa nella pratica? Prendiamo in considerazione una sim mobile con un abbonamento mensile di 10 euro al mese. Prima di settembre 2016 il 10 euro veniva addebitato ogni 10 del mese, per esempio, dopo settembre 2016 il 10 euro viene addebitato ogni 28 giorni e quindi 4 settimane.

Con questa tecnica l’utente va a pagare una mensilità in più. Il tutto è assolutamente legale, semplicemente si cambia metodologia di fatturazione. Le compagnie hanno avvisato tutti i propri clienti nei termini previsti per legge e sono partite le nuove fatturazioni.

Perchè ogni 4 settimane? Paghi un mese in più:

Ecco il comunicato rilasciato da Vodafone:

A partire da 30 giorni dalla comunicazione che hai ricevuto tramite SMS o in fattura, alcune offerte si rinnoveranno ogni 4 settimane anziché ogni 30 giorni e alcune vecchie offerte saranno sostituite con altre più recenti.

oppure di Infostrada:

Infostrada informa che, a seguito dell’evoluzione di mercato e per esigenze di armonizzazione con altri servizi Wind, ai sensi e per gli effetti delle Condizioni Generali di Contratto, a partire dal mese di settembre 2016 i canoni e i contenuti delle offerte in abbonamento Wind Infostrada si rinnoveranno ogni 4 settimane invece che mensilmente. Pertanto il conto telefonico sarà emesso ogni 8 settimane invece che bimestralmente.

Questa piccola manovra aziendale ha procurato a tutte le compagnie un aumento del fatturato di circa l’8%, che non è assolutamente poco quando si parla di milioni di euro.

Naturalmente per chi non era d’accordo con la variazione contrattuale poteva cambiare operatore senza pagare penali, ma quanti di voi ne erano al corrente ed hanno cambiato? Quasi nessuno.

In conclusione se volete recuperare questi soldi spesi in più, ogni 4 settimane, conviene scegliere una tariffa più bassa di quella attuale in modo da compensare la spesa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here