Phishing online , i casi più comuni e come difendersi

Cosa è il Phishing?

Il phishing è uno dei tipi di truffa più largamente usati in rete. In pratica si far credere al malcapitato utente, di trovarsi sul sito ufficiale, generalmente, di banche, poste o società, in modo da riuscire a rubare i dati dell’account.

In questo modo, i truffatori riescono ad entrare e a prosciugare le carte di credito o il conto corrente  della vittima, il tutto senza lasciare traccia. Si tratta senza dubbio di una delle truffe online più insidiose e difficile da combattere.

I casi più comuni

Al 90% questo tipo di minaccia arriva tramite email, in alcuni casi può capitare di riceverne una al giorno senza nemmeno saperlo. La classica email di phishing è quella inviata dalla banca o dalle poste italiane, nella quale vi avvisano di una importante novità, i casi sono 2:

” conto bloccato “ troverete tutta una serie di immagini e testi uguali a quelle della banca, e dove vi avvisano che è successo qualcosa al vostro conto, e per motivi precauzionali è stato bloccato. A questo punto vi dicono che è necessaria una vostra azione per sbloccarlo, riportando sotto un link per effettuare il login. Naturalmente è tutto falso, in sostanza con un trucco vi stanno spingendo a fare il login sul sito falso, questo è il phising, per impadronirsi dei dati dell’account.

” hai vinto un premio “, eh già le provano davvero tutte, con questo trucco vi fanno credere di aver vinto qualcosa e che è necessario riscattare il premio. La bugia è diversa, ma il trucco rimane lo stesso.

Come difendersi

Prima di tutto, nessuna banca o posta, manda e-mail ai propri clienti, principalmente proprio per questo problema di phishing, ma soprattutto quando nella mail vi chiedono di confermare i dati, dovete ragionare sul semplice fatto che la vostra banca già li possiede.

Se proprio invece volete controllare la veridicità della mail arrivata, non utilizzate il link all’interno del testo, ma bensì aprite voi stessi una pagina web ed cercate il sito su google, i cui link sono garantiti e controllati tutti i giorni.

Se vi accorgete che la mail è fasulla aggiungete direttamente l’indirizzo email nello spam, in modo da bloccare eventuali altri email.

Ultimo dettaglio, per i più esperti, quando siete sul sito della vostra banca o su quello delle poste, controllate sempre l’URL, infatti i siti ufficiali usano pagine web protette, con all’interno dell’indirizzo la ” s “, ad esempio:

https://www.sitobanca.ecc….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here