Quello che bisogna sapere per procedere ad una visura catastale

La visura catastale è uno degli aspetti obbligatori di cui ci si deve preoccupare nel momento in cui si decide di comprare una casa. Essa consiste in un documento al cui interno sono riportate informazioni molto rilevanti ai fini della valutazione della casa, una specie di radiografia dell’immobile. Per richiederlo è necessario fare riferimento all’Agenzia delle Entrate, anche se in genere è il notaio che se ne occupa. Su tale base, poi, saranno calcolate le varie imposte: non solo l’Imu e l’Irpef, ma anche la Tasi e la Tari.

Come si richiede la visura catastale

Il modo più semplice per richiede le visure catastali è quello di andare sul sito Retevisure.it. A un costo di appena 3 euro e 80 centesimi (Iva e oneri compresi) è possibile ottenere una visura catastale per immobile ed entrare in possesso di tutte le informazioni di cui si è in cerca. Ciò che si deve fare è semplicemente riportare i dati catastali dell’immobile a cui si è interessati, e cioè foglio e particella. Inoltre, sul sito è possibile richiedere anche una visura per soggetto, in questo caso a un costo di 6 euro e 50 centesimi (sempre con Iva e oneri compresi): per ottenerla occorre specificare il nome, il cognome e il codice fiscale del soggetto. Per le visure ipotecarie e per le planimetrie catastali, infine, la visura catastale è in omaggio: nel primo caso il prezzo è di 18 euro, nel secondo è di 13 euro e 50 centesimi.

Lo Sportello Amico di Poste Italiane

Una strada alternativa che si può percorrere quando si ha la necessità di ottenere una visura catastale è quella di andare in un ufficio di Poste Italiane in cui sia presente uno Sportello Amico. Inoltre, è possibile recarsi agli uffici dell’Agenzia delle Entrate o fare riferimento ai servizi telematici. Attraverso il sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, infatti, si ha l’opportunità di inoltrare la richiesta in formato digitale: per portare a termine la procedura è necessario, in primo luogo, registrarsi al sito; dopodiché le credenziali ottenute dovranno essere indicate nella sezione dedicata alla consultazione personale.

Quanto costa la visura catastale

La visura catastale non viene concessa a titolo gratuito, o comunque non a tutti e non in tutte le occasioni. In particolare, essa è gratuita solo nel caso in cui venga richiesta da chi è proprietario della casa o da chi detiene i diritti di godimento nei suoi confronti. Nelle altre circostanze, invece, in base alla procedura per cui si opta sono previste delle voci di costo che comprendono i diritti catastali e i tributi.

Cosa prevede la legge

La legge italiana impone che la visura catastale debba essere allegata sempre agli atti relativi alla compravendita di una casa (o di qualsiasi altro tipo di immobile che viene acquistato): tocca al notaio richiederla e includerla. Va detto, però, che questo documento può essere richiesto anche in circostanze differenti: per esempio si potrebbe essere interessati a ottenere dei dati riguardanti le abitazioni che appartengono a un soggetto che ricopre un incarico ufficiale o a un’azienda. Insomma, per la richiesta di una visura catastale non si è vincolati all’esistenza di una compravendita.

A cosa serve una visura catastale

La visura catastale può essere considerata una sorta di carta di identità della casa a cui fa riferimento: grazie ad essa è possibile venire a conoscenza non solo delle mappe catastali, ma anche delle planimetrie e dei dati degli intestatari. Ecco, quindi, che si ha a che fare con le informazioni identificative della casa, ma anche con i dati di classamento e con le informazioni reddituali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.