Ristrutturazione del bagno: costi e tempistiche da considerare

La ristrutturazione del bagno va studiata nei minimi dettagli, in quanto bisogna considerare i costi necessario per i lavori da effettuare e per l’acquisto di accessori come possono essere piatti doccia in vendita su www.idroclic.it.

Demolire e rifare un bagno è un lavoro importante e sicuramente oneroso: per questo, la prima scelta da fare consiste nel decidere se effettuare una ristrutturazione parziale oppure completa. Ciò dipende molto dalle condizioni di partenza del vostro bagno: in alcuni casi, una ristrutturazione parziale potrebbe infatti essere insoddisfacente, soprattutto quando sanitari e piastrelle sono molto vecchi e (quindi) anche i relativi impianti. Ma le variabili sono sicuramente tante.

Un’altra determinante sarà lo spazio totale a disposizione del bagno, che incide sia nella scelta della disposizione sia nella scelta del tipo di sanitari che nella scelta tra doccia oppure vasca (anche se ultimamente la realizzazione di box doccia molto grandi viene spesso preferita per motivi di estetica e di praticità, anche in condizioni di spazio che permetterebbero l’installazione di una vasca).

Lo spazio a disposizione incide anche su un altro aspetto, ovvero sulla scelta se installare o meno bidet e vaso affiancati, sistemazione solitamente da preferire perché più comoda ed esteticamente molto gradevole. Tuttavia, per fare ciò servono almeno 120 cm liberi sulla parete e quando tale spazio non c’è, si è obbligati a sistemare i sanitari uno di fronte all’altro: in questo caso, potrebbe essere utile considerare anche l’acquisto di sanitari a profondità più contenuta, che lascino così più spazio libero (rispetto alla misura standard di 55-57 cm, esistono sanitari profondi 50 cm ma anche 45 cm).

Per una ristrutturazione completa del bagno la spesa varia molto a seconda della scelta dei materiali e dei sanitari: si può calcolare molto indicativamente un costo medio di 800-1.200 € al mq Il conto è quindi presto fatto considerando le dimensioni di partenza. Rifare completamente un bagno implica partire dalla demolizione con rimozione totale di sanitari, rivestimenti e sottofondi, procedendo quindi con il rifacimento degli impianti.

Il costo di demolizione e smaltimento varia sulla base della metratura del bagno, indicativamente si aggira intorno ai € 150,00 al mq.Per farsi un’idea del tempo impiegato, bisogna prima definire quali sono le diverse fasi di lavorazione in modo tale da stimare l’inizio e la fine dei lavori.

Non esiste un lasso di tempo standard per la ristrutturazione bagno, ma si possono preventivare le tempistiche in base a seconda dei lavori che la stanza necessita.

Se si tratta solo di un restyling, il personale specializzato potrebbe impiegare dai 2 ai 5 giorni, mentre se la stanza presenta delle perdite oppure necessita di sostituzioni di componenti importanti i lavori perdureranno anche 6/7 giorni.

La ristrutturazione bagno reca molti problemi a chi vive all’interno dell’abitazione, poiché in certe fasi diventa completamente inutilizzabile. Non poter usare il bagno in casa propria è un vero problema e proprio per questo motivo il personale specializzato cerca di ridurre al minimo le tempistiche di lavorazione.

Si possono individuare 5 fasi per la ristrutturazione completa del bagno; partendo dall’asportazione del pavimento arrivando alla tinteggiatura finale. Nelle fasi intermedie bisogna tenere conto della sostituzione dell’impianto idraulico ed elettrico, posa della pavimentazione ed installazione dei nuovi sanitari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.