Spedizioni online per e-commerce: quale corriere scegliere?

Nel momento in cui si decide di aprire un e-commerce è fondamentale scegliere i corrieri sui quali fare affidamento per garantire ai clienti un servizio affidabile, veloce ed economico. Per individuare il miglior corriere per spedire, è necessario tenere in considerazione diversi fattori che si basano direttamente sulle esigenze della clientela.

Ogni settore merceologico ha delle caratteristiche proprie. Per fare qualche esempio, può essere necessario inviare pacchi senza limiti di peso, pacchi per oggetti molto fragili oppure consegne estremamente veloci per beni deperibili. Individuare il miglior corriere per spedire significa fare un bilancio tra le esigenze proprie dell’e-commerce e quelle manifestate dai consumatori.

Scegliere il miglior corriere per spedire è, di conseguenza, una parte molto lunga ed impegnativa del processo di vendita. Per questo motivo, sono sorti dei servizi per semplificare la vita dei gestori di negozi online e che svolgono tutto questo lavoro al posto della persona fisica.

Il più famoso è Packlink PRO, uno strumento integrativo per e-commerce che permette di importare gli ordini direttamente dal carrello, scegliere tra i diversi spedizionieri partner quale soddisfa al meglio le esigenze del caso specifico, nonché organizzare la spedizione con velocità e professionalità mettendo a disposizione anche il tracking del pacco (come Amazon per esempio) e l’assistenza clienti.

Si tratta di un’ottima soluzione per chi gestisce in autonomia un negozio online e non ha il tempo di occuparsi della scelta degli spedizionieri o, in generale, per chi vuole essere sicuro di offrire alla clientela un servizio di qualità.

Ecco quali sono le variabili che incidono sulla scelta di un corriere.

Valutare le proprie esigenze

Nell’ambito delle spedizioni è necessario operare alcune scelte preliminari che sono indispensabili per ottimizzare il procedimento finale. Una prima scelta è quella sui Paesi di destinazione dei propri prodotti.

Se l’e-commerce ha sede in Italia, e si intende spedire solamente sul territorio nazionale, non si incorre in particolari problematiche perché si può scegliere tra una vasta gamma di corrieri italiani tra cui Poste Italiane, SDA, Artoni, Nexive e BRT.

Quando, diversamente, si tratta di spedire pacchi all’estero, le valutazioni da operare sono ben altre. È sempre possibile appoggiarsi a corrieri in Italia ma questi devono avere a disposizione delle sedi anche all’estero. Altrimenti, per non incorrere in inconvenienti spiacevoli o in ritardi, i corrieri migliori per questo genere di spedizioni sono quelli internazionali come GLS, UPS, TNT o StarPack.

Analizzare il contratto proposto

Il contratto che propongono i corrieri per spedizioni si compone di tantissime parti ed ognuna di queste va valutata nello specifico per individuare la soluzione migliore. Il prezzo ha sicuramente un peso notevole, ma esistono tante altre variabili come le spese di giacenza, le telefonate ai clienti per la consegna, l’assicurazione in caso si danneggiamento della merce e altre voci aggiuntive che devono essere prese in considerazione.

Nella maggior parte dei casi sono proprio queste spese a fare la differenza perché non rientrano nella tariffa base proposta dal corriere ma sono dei sovrapprezzi che vanno pagati nel momento in cui il cliente richiede un servizio specifico.

Trovare il corriere più economico

I costi di spedizione rappresentano per il cliente finale un prezzo composto da svariate quote. Esiste infatti il costo dell’imballaggio, la tariffa applicata dallo spedizioniere, il costo aggiuntivo per raggiungere le zone remote e un margine di guadagno per tutti i soggetti coinvolti.

Tenendo conto di queste spese necessarie, è fondamentale individuare il corriere più economico per il caso specifico. Dal punto di vista del cliente, ciò che lo attrae maggiormente è leggere sul sito che la spedizione è gratuita o che il prezzo si risolve in una cifra forfettaria che viene applicata indipendentemente dalle specifiche dell’ordine.

Queste scelte competono direttamente al proprietario dell’e-commerce che deve prendere in considerazione i costi necessari per spedire la merce e pagare gli spedizionieri, ma anche le esigenze dei consumatori che non terminerebbero l’acquisto se dovessero imbattersi in costi di spedizione eccessivamente alti.

Qual è il miglior corriere per spedire?

Non esiste una risposta univoca a questa domanda perché, come visto all’inizio, ogni spedizione presenta delle caratteristiche uniche che incidono sulla scelta finale del corriere. Alcuni sono più forti in determinate zone mentre altri sono in grado di maneggiare oggettistica particolare.

Proprio per questo motivo, tante volte la scelta del miglior corriere diventa molto ardua e potrebbe rivelarsi vantaggioso collaborare con più corrieri. Questo è possibile perché il contratto con uno di loro non è esclusivo e non estromette da eventuali altre collaborazioni.

Una scelta simile consente di soddisfare al meglio le esigenze della clientela e, contestualmente, aiuta ad accaparrarsi delle condizioni più favorevoli per la vendita da ogni singolo corriere, preoccupato di non essere spodestato da un concorrente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.