Truffa annuncio lavoro da casa , come scoprirla e tutelarsi

Truffa annuncio lavoro da casa , come scoprirla e tutelarsi

In tempi di crisi sempre più persone cercano lavoro su internet e purtroppo molto spesso capita di incappare in annunci di lavoro fasulli e quindi annunci truffa. Uno dei più comuni è senza dubbio gli annunci di lavoro da casa, cioè quegli annunci in cui si promettono medio – grandi guadagni semplicemente lavorando da casa. Il 90% di questi annunci sono delle vere e proprie truffe e di seguito vi spieghiamo il perché e come funzionano.

Il primo campanello di allarme è costituito dal fatto che all’interno dell’annuncio o della pagine web non troviamo nessun riferimento ad una azienda o ditta, ma semplicemente un indirizzo email personale del tipo @gmail.com oppure @hotmail.it abbinato ad un numero di cellulare. Sicuramente un annuncio serio vi proporrà delle informazioni più dettagliate con tutti i riferimenti dell’azienda che vi sta offrendo il lavoro.

La prova finale che si tratta di una truffa ci viene data dal fatto che vi verrà chiesto di anticipare una somma in denaro, giustificandola come spesa iniziale per l’invio del materiale o per l’iscrizione ad un fantomatico registro, per poter cominciare a lavorare da casa.

Di solito la cifra che viene chiesta è relativamente bassa, circa 20-30 euro, questo per evitare di insospettire la potenziale vittima, che fidandosi prende e paga la cifra richiesta. La truffa si aggira proprio intorno a questo pagamento, che di per se non sembra vantaggioso per il truffatore, ma se ragioniamo sul numero di truffati allora la cifra diventa molto più grande e vantaggiosa.

Un altro aspetto interessante è costituito dal fatto che, quando la vittima si accorge di essere stata truffata, di certo non intenterà un’azione legale per un cifra così bassa, e questo è un altro punto a favore del truffatore.

Se vi è capitato un caso analogo allora diffidate subito e chiudete ogni contatto con questi finti datori di lavoro, se invece avete già pagato e siete sicuri di essere stati truffati potete presentare denuncia presso la polizia postale o anche presso una caserma delle forze dell’ordine avendo cura di documentare il pagamento effettuato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here