Tutti i preparativi indispensabili per un matrimonio perfetto

Come fare per evitare lo stress da organizzazione del matrimonio? Semplice: basta muoversi e agire con il necessario anticipo, in modo da non essere costretti a pensare a tutti i preparativi all’ultimo secondo. L’ansia da giorno delle nozze è uno dei nemici più temibili da combattere, ma può essere contrastata con successo con una buona programmazione. Insomma, prima si pensa a tutto e meglio è, anche perché ci sono un sacco di dettagli a cui badare. Non è esagerato iniziare l’organizzazione già un anno prima, tenendo conto del fatto che gli aspetti su cui ci si dovrà concentrare saranno davvero tanti, dal fiorista alle prove del vestito da sposa, dai contatti con il fotografo alla ricerca della struttura che ospiterà il ricevimento, senza dimenticare le bomboniere e il menù.

Le partecipazioni di matrimonio

Uno degli aspetti fondamentali è, ovviamente, quello delle partecipazioni nozze da consegnare agli invitati. Se si ha la sensazione che le partecipazioni classiche siano fin troppo banali e obsolete, si può usufruire di una soluzione alternativa grazie a magicmoment.wedding, che permette di coinvolgere i propri invitati sia prima delle nozze che dopo il matrimonio. Si tratta di una partecipazione in formato video; e un altro video può essere visualizzato dopo il grande giorno, in modo che tutti possano rivivere quei momenti attraverso le riprese realizzate e gli scatti effettuati per immortalare ogni singolo istante.

L’aiuto degli altri

Non bisogna aver paura di delegare qualche compito ad altre persone, sempre che si tratti di amici o di parenti di cui ci si possa fidare in toto. Certo è che avere dei conoscenti disponibili a fornire il proprio aiuto non può far male. Attenzione, però: un conto è condividere le scelte, un conto è dare ai propri amici compiti impegnativi. Insomma, non ci si potrà lamentare se le foto del matrimonio saranno venute male qualora si sia scelto di affidare il compito di realizzarle a un parente invece che a un fotografo professionista.

C’è bisogno di un wedding planner?

Non è mai da escludere la possibilità di fare affidamento su un wedding planner: una soluzione da prendere seriamente in considerazione se si ha poco tempo a disposizione o più semplicemente se si desidera evitare qualunque tipo di preoccupazione, facendo in modo che ogni dettaglio sia studiato alla perfezione. Con l’aiuto di un professionista si può abbandonare qualunque genere di stress emotivo. Un wedding planner di fiducia, ovviamente, si adatta alle richieste, alle aspettative e alle esigenze del cliente per tutti gli aspetti più importanti, che si tratti delle decorazioni o della scelta della location, ma anche della torta o della ricerca del fotografo. Così, i futuri sposi arriveranno al giorno delle nozze rilassati e non stanchi.

Qual è il giusto approccio mentale

Il miglior approccio mentale da adottare per avvicinarsi a un matrimonio consiste nel non chiedere troppo a sé stessi. Insomma, ogni tanto vale la pena di fermarsi e prendere un bel respiro, ricordando che le nozze non cambieranno i destini del mondo e che se anche qualche dettaglio non dovesse essere perfetto non succederà niente. Questo non vuol dire organizzare la cerimonia e il ricevimento con approssimazione, ma solo essere consapevoli del fatto che non si può essere infallibili e che qualche particolare impreciso ci sarà per forza. Alla fine quello che conta è suggellare l’amore con il proprio partner: tutto il resto non è che contorno.

La coppia sempre al primo posto

Anche per questo motivo, sarebbe un grave errore sacrificare la serenità della coppia perché ci si fa divorare dall’ansia da prestazione e dal desiderio di pensare a ogni singolo particolare. Purtroppo è facile lasciarsi cogliere dal nervosismo, e quindi diventare irritabili, nel momento in cui si ha a che fare con le preoccupazioni e lo stress dovuti ai preparativi. Ecco perché vale la pena di staccare la spina ogni tanto, concedendosi dei momenti di meditazione o magari prenotando un massaggio, da soli o in coppia. Anche lo yoga è un valido supporto, ma più in generale va bene qualunque attività che si ritenga gradevole e che consenta di usufruire di un po’ di evasione. Non ci si può certo permettere di arrivare davanti all’altare con le occhiaie o i capelli bianchi per lo stress!